Come Leggere un Racconto in Pubblico è una delle pratiche più importanti per un aspirante scrittore.

Importanti ma non impossibili da imparare più in fretta di quello che si pensi.

E’ importante come sapere leggere un racconto in pubblico perché permette allo scrittore di esprimere oltre che con la scrittura anche con l’inflessione della voce il proprio lavoro artistico.

Già, perché nessuno sa meglio di chi l’ha scritto, come si può leggere un racconto in pubblico.

La prima cosa per imparare come leggere un racconto in pubblico è il respiro. Deve provenire dal basso ventre. Da quella parte tanto nota ai cantanti che prende il nome di diaframma. Bisogna imparare a parlare prima e a leggere poi, con quella parte del corpo. Ascoltare il proprio respiro nella inspirazione e successivamente con la espirazione.

La seconda cosa per imparare come leggere un racconto in pubblico è la postura. Bisogna stare ritti e fieri e possibilmente in piedi. Scegliere una postura che dia sicurezza. La testa bella alta. Le spalle rilassate. Il petto in fuori. Insomma, in armonia, mentre respiriamo usando il diaframma.

Esercitatevi appoggiandovi a una parete. Dai piedi fino alla testa. Respirate sfruttando il diaframma.

Come Leggere Un Racconto In Pubblico lo trovi anche QUI.

Alzate gli occhi. Guardate davanti a voi. Immaginate cento occhi che vi scrutano assorti.

La terza cosa per imparare come leggere un racconto un pubblico è fissare un punto sopra gli occhi degli spettatori. Non fate i ‘fighi’ all’inizio se vi mette in difficoltà. Non rifugiate gli occhi nel testo. Ma fissate un qualunque punto intorno a voi che vi dia sicurezza. L’esperienza poi vi permetterà anche di guardare il pubblico. Vedrete le loro emozioni in diretta. Sarà bellissimo. Ma fino a quel giorno cercate una soluzione per non tenere gli occhi bassi.

Gli occhi bassi sono apatici e privi di coinvolgimento.

La quarta cosa per imparare come leggere un racconto in pubblico è la sicurezza nella lettura.

Ricordate: solo voi sapete come va interpretato il racconto. Le altre interpretazioni sono personali, magari bellissime, ma non provengono da chi ha scritto il racconto.

Non vi rifugiate in ‘ah ma lui/lei lo ha capito meglio di me’.

Nessuno può conoscere meglio il racconto di chi l’ha scritto. Quindi se lo fate leggere a qualcun altro, chiedetevi se è un miglioramento o una vigliaccheria.

La quinta cosa per imparare come leggere un racconto in pubblico risiede nella lentezza o velocità di lettura. C’è l’esempio dei bambini. Provate a leggerlo come fosse una favola. I bambini hanno bisogno di capire ogni cosa di un racconto. Poi, invece provate a leggerlo mentalmente andando pianissimo.

Come Leggere Un Racconto In Pubblico lo trovi anche QUI.

Ricordatevi che se percepite che state correndo nella lettura, il pubblico lo percepirà ancora più di voi. Quindi, respiro e rallentare pensando a un’auto che frena grazie a un paracadute.

Bisogna farsi un piccolo calcolo mentale su quanto attendere In silenzio dopo un punto o una virgola, i due punti, eccetera. Sceglietelo voi, in base alle vostre esigenze. Ma sceglietelo.

L’ultima cosa per imparare come leggere un racconto in pubblico è la capacità di trovare sempre il segno della lettura. Se alzate gli occhi e riabbasandoli perdete il filo, beh, ansia pura. State attenti e se non vi viene, esercitatevi e molto a casa.

Come Leggere un Racconto in Pubblico è una pratica fondamentale per qualunque aspirante scrittore. Impossibile non curarla al massimo.

Leggi anche Il Nero Nel Bianco

No votes yet.
Please wait...
  • 2
  •  
  •