Il Respiro Del Vino, di Luigi Moio, è un libro incredibile sulla cultura del vino collegata all’olfatto.

Dentro il respiro si possono scovare moltissime informazioni sugli odori e i profumi inalati. Per quanto riguarda il vino poi, si può, seguendo le indicazioni di Il Respiro Del Vino, risalire alla genesi del vino che stiamo andando a degustare.

Il piacere di assaporare un bicchiere di vino può partire da lontano. Dal naso, per esempio, come apparato primitivo di uno dei cinque sensi che è sempre troppo poco sfruttato nella vita di tutti i giorni.

Così, la gola può bramare un sorso anche solo mandando l’istinto al cervello seguente all’assaggio che l’olfatto ha compiuto nella miscela di odori che provengono dalla roteazione di un bicchiere

In Il Respiro Del Vino viene sviscerato ogni singolo compenente che permette la conoscenza dei profumi di un vino. E’ incredibile quante possibilità s’incontrino nel gesto, tutto sommato semplice, di avvicinare il naso a un bicchiere.

Luigi Moio mette a disposizione le sue competenze di professore ordinario di Enologia all’Università degli Studi Federico II di Napoli e lo fa con generosità non risparmiandosi in nessuna possibile sottesa omissione.

Un linguaggio fruibile a qualunque lettore rende questa piccola enciclopedia dell’olfatto applicato al vino, una vera e propria reliquia del gusto.

Nell’atto di roteare il calice c’è molta della potenza espressiva di un vino in quanto l’azione permette alla sua essenza di salire verso l’alto raggiungendo i sensori che l’uomo ha da sempre predisposto per il primo apprezzamento di un fattore esterno.

Subito dopo aver letto Il Respiro Del Vino sarà semplice accomodarsi nella dispensa, o in un’enoteca se ne siete sprovvisti, per stappare una bottiglia di vino versandone delicatamente un bicchiere per seguire poi tutte le istruzioni riportate nel libro.

Dopo aver letto Il Respiro Del Vino, cari lettori, il vostro approccio al nostro amato vino non sarà mai più lo stesso. Sarà molto più comprensibile e vi permetterà di distinguere con semplicità una bottiglia, o un’etichetta, da un’altra rapportandovi all’emozione che avete in mente o allo stato d’animo che state attraversando.

IL RESPIRO DEL VINO – MONDADORI – 2016

Leggi anche Mangiarozzo 2017, Giorni Selvaggi e Semplicemente In Equilibrio