Istanbul Istanbul è la storia di quattro uomini, una cella fredda e tanti racconti che fanno da ingredienti a questo romanzo dello scrittore ed attivista di Ankara, Burhan Sönmez .

Uno studente, un vecchio rivoluzionario, un dottore ed un barbiere sono imprigionati in una cella nella Istanbul sotterranea.

Vengono torturati ed interrogati quasi ogni giorno e al rientro in cella le loro anime si rialzano ogni volta grazie alla parola, ai racconti che si scambiano, che condividono.

In Istanbul Istanbul c’è un tempo che non si sviluppa più in linea orizzontale. Ma che oscilla cadenzato tra sopra e sotto. Tra il sotto del gelo e della tortura, dell’odore del sangue e del rumore della porta di ferro dei carcerieri.

Viviamo la Istanbul di sopra che è viva e brulica di persone che la animano col suo bene e male. Quella Istanbul distratta e frenetica che loro tanto amano, dove erano e forse torneranno liberi, per la quale si battono e dalla quale sperano di non venir mai dimenticati.

Istanbul Istanbul lo trovi QUI.

È lei la vera protagonista di questo romanzo corale, raccontata e sognata dai protagonisti per lenire il dolore del corpo e dell’anima.

Grazie ai racconti vengono a galla le loro storie, i motivi delle rispettive prigionie, le risate.

Le loro vite sono scandite dall’arrivo del pasto e dal rumore della porta di metallo che indica che qualcuno li sta venendo a prendere per portarli nella camera delle torture.

Non si sa chi stanno venendo a prendere.

Noi non entriamo quasi mai con loro nel luogo della sofferenza. Come per rispetto per chi la tortura la subisce.

Come a dire che non di tutto si può parlare. In quel luogo dove la mente è decisamente più forte del corpo e dove la parola è la via di scampo, la fuga che ognuno merita.

«Si sacrificava la libertà per il pane o si rinunciava al pane per la libertà» dichiara uno dei protagonisti.

Dunque bellezza e orrore, luce e ombra, bene e male. Così nel racconto, nei personaggi, nella città e in noi. Chi vincerà?

Istanbul Istanbul è un intenso romanzo che scaturisce dalla esperienza diretta di Sonmez. Lo scrittore ha infatti partecipato attivamente alle rivolte di Piazza Taksim a Gezi Park, simbolo della protesta turca. Si è scontrato con la polizia nel 1996, dove fu gravemente ferito.

Questo libro nasce dal periodo di riabilitazione passato in Gran Bretagna dove è stato sostenuto dalla fondazione “Freedom for Torture”.

ISTANBUL ISTANBUL – NOTTETEMPO – 2016

Prezzo: Vedi su Amazon.it
 
Prezzo: Non disponibile

Leggi anche Aspettando Bojangles 

No votes yet.
Please wait...
  • 15
  •  
  •