In Le Perfezioni Provvisorie si presagisce un cambiamento vorticoso nella vita del protagonista. Ha una carriera da avvocato con uno studio ultra moderno ben avviato e nuovi collaboratori. Poco tempo libero durante il quale tira pugni al sacco da boxe, tenuto in salone e ci parla come fosse un confidente.

Preparati caro lettore, perché nella vita sta per accadergli qualcosa di importante.

Le perfezioni provvisorie è un giallo che ha come protagonista il simpatico e schietto avvocato Guido Guerrieri già presente in altri quattro romanzi di Carofiglio.

Per una volta Guerrieri non sarà alle prese con un processo ma con un lavoro simile a quello di un agente investigativo. Quando gli viene proposto ha qualche remora ma poi si butta a capofitto, con l’ironia che lo contraddistingue, nella trama intrecciata della scomparsa di una ragazza.

Le Perfezioni Provvisorie lo trovi QUI.

Manuela, giovane universitaria, è svanita nel nulla dopo un weekend con gli amici ed i genitori cercano di convincere il Guerrieri ad investigare sulla scomparsa per non perdere le speranze e non far chiudere il caso.

Le attenzioni si concentrano subito sull’ex fidanzato di Manuela, violento e dedito alla cocaina.

Caterina, amica di Manuela farà da Cicerone, non esattamente disinteressato, al viaggio del Guerrieri nella vita della ragazza di cui ritrovare le tracce. Giovane e sfacciata Caterina sarà difficile da gestire senza imbarazzi.

In Le Perfezioni Provvisorie, si susseguono tra interrogazioni ed incontri di altra natura, personaggi perfettamente caratterizzati che danno al libro spessore, carattere e vivacità.

Nel frattempo Guerrieri ha altri casi, prettamente da avvocato, di cui curarsi che fanno da cornice all’intera storia.

Il libro scorre veloce fino alla verità. Il titolo inoltre è un contraddittorio eclatante tra le parole ‘perfezione’ e ‘provvisorio’ che sembrerebbero lontano ma che invece in Le Perfezioni Provvisorie si avvicinano tantissimo, quasi a coincidere.

LE PERFEZIONI PROVVISORIE – SELLERIO – 2016

 

No votes yet.
Please wait...
  •  
  •  
  •