Anna Che Sorride Alla Pioggia è la storia di una famiglia e dell’opportunità che le è stata data per essere ancora più felice.

C’erano una volta Guido, Daniela, Marta e Francesca.

Anna Che Sorride Alla Pioggia è la storia scritta da Guido che pensava, dopo due meravigliose figlie femmine, che finalmente fosse arrivato il momento giusto per il maschio.

Durante un’ecografia infatti «È un maschio, me lo sento!» poi il succo alla pera ha fatto in modo che nel grembo materno di Daniela l’ospite si mettesse a favore di ecografa per avere la conferma del fatto che «Si tratta della Trisomia 21» e proprio in quel momento Daniela chiese «Mi scusi, dottoressa, è maschio o femmina?» lasciando tutti di stucco.

Ma in effetti l’unica cosa che contava ormai era quella.

Anna Che Sorride Alla Pioggia lo trovi QUI.

Quando si attende un figlio l’unica cosa che davvero ci si augura è che sia sano. Nessuno pensa di voler fare i conti con qualcosa di diverso.

Ma quando questo accade, perché sia chiaro…a volte gli altri siamo noi, tutto cambia e ci si rende conto di quanto questo può arricchirci.

La narrazione garbata di Guido (balbuziente come il Manzoni), come in punta dei piedi, ci racconta del grande amore tra lui e Daniela, delle altre vicissitudini avute prima di avere Anna. Della condivisione e degli sguardi e le parole indiscreti cui tocca far fronte pur di sopravvivere in questo pazzo mondo in cui la minima diversità desta stupore, curiosità, paura…e fa dire tante scemenze a chi ci troviamo davanti.

“Il saluto di Anna è terapeutico per chi lo riceve. È un’esperienza tanto semplice quanto potente. Sono convinto che chi la vive, la sera a tavola senta l’esigenza di raccontare di aver salutato una <<bimba Down>>. Insomma, un semplice stupore da cui partire per iniziare una vera rivoluzione, la rivoluzione della confidenza.”

Il numero 21 sembra ricorrere in più occasioni. Ciò che Anna che sorride alla pioggia ci lascia è la voglia di conoscere la piccola Anna, di lasciarci coinvolgere dal suo sorriso riuscendo a non vedere altro.

“Quella sera mi addormentai con queste due parole che giocavano nella mia mente e con un grande sorriso stampato sul viso. Pensavo alla poesia, alla bellezza. A quanto siamo unici e diversi. A quanto sono fortunato; a Marta, a Francesca, alla piccola Anna e a Daniela. Davvero siamo fatti diversi, perché siamo poesia.”

Sulla pagina Facebook Buone notizie secondo Anna trovate la loro storia e tutte le cose belle che fanno insieme. Tra cui la promozione di Anna Che Sorride Alla Pioggia ovviamente!

ANNA CHE SORRIDE ALLA PIOGGIA – SPERLING & KUPFER – 2017

 

Leggi anche: Montagne russe, Anna sta mentendo, Vivo per questo e Favole fuorilegge

No votes yet.
Please wait...
  • 14
  •  
  •