I MEMA escono con il loro primo album omonimo, MEMA, nel quale convogliano le esperienze pregresse e la sintesi di un punto di vista positivo, a volte malinconico, sempre costruttivo nelle sue varie sfumature.

La canzone che salta subito all’orecchio è “Il Sole non è irraggiungibile”, dove una perfetta combinazione tra suono pulito e distorto sorregge un’idea, un leitmotiv, di vita. I MEMA dentro questa canzone esprimono il concetto più puro del mondo: nulla è impossibile. In più, alle ambizioni spirituali accostano una persona di riferimento che l’ascoltatore può scegliere a piacimento. Chiudere gli occhi, ascoltare, ascoltarsi e accorgersi che appunto il Sole non è irraggiungibile.

MEMA è un album introspettivo al punto giusto. Sfiora la nicchia ma le strizza un occhio rivolgendosi a un pubblico ampio. L’immedesimazione è a portata di mano per chiunque. In un linguaggio semplice ed espressivo ci sono molti degli episodi, con gioie, paure e varie problematiche, della vita di tutti i giorni.

Il sound dei MEMA è pulitissimo, molto curato e ricercato per le 9 canzoni (+1) dell’album. Strofa e ritornello sono aggraziati da trovate sempre di gusto, originali e bilanciate tra i vari strumenti.

Già, perché i MEMA oltre che una band sono anche degli ottimi musicisti. Andrea Scano ha la padronanza delle sue chitarre, pulite o distorte che siano. Il basso di Maurizio Desortes è un flusso possente sempre accostato al punto giusto con il resto della musica. Marco Ricotti inventa una batteria che è una pulsione che punta al cuore, miscelata con gli altri strumenti. Elena Bonanata  spicca in questo coro musicale ben riuscito con una voce pulita ma particolare, intonatissima e struggente quando il pathos vola verso il Sole.

MEMA è un album che si fa ascoltare dall’inizio alla fine. Non è consigliabile affezionarsi a una canzone perché ognuna esprime un’emozione a sé stante. Un bel pensiero che “mi accarezza,  mi distende, mi colora, mi comprende, riempie l’aria e poi mi lega a te”, come canta la Bonanata in “Soltanto per te”.

MEMA – MEMA – 2016

Leggi anche Waitin’ 4 the Dawn – Movin KIl Nero nel BiancoInverso

No votes yet.
Please wait...
  • 8
  •  
  •