Week End Slow Food è una guida speciale e attenta per chi ha deciso di girarsi l’Italia godendo delle meraviglie turistiche ma anche di quelle ricettive.

Come ogni produzione di Slow Food Editore, è molto vicina alle esigenze di ogni possibile lettore seguendo uno stile preciso e raffinato.

Week End Slow Food comincia (e finisce) con una cartina dell’Italia. E’ spiegato già il sapore del viaggio presente all’interno del libro. Molte destinazioni per ogni regione e tante delle quali dai nomi che apparentemente potrebbero non rammentare nulla.

Ma quale il turista che ha conosciuto ogni meraviglia di Italia?

I tanti autori di Week End Slow Food hanno messo a disposizione le proprie conoscenze per rendere di ogni gita turistica un’esperienza unica.

Come recita anche il sottotitolo ‘itinerari di gusto e cultura per scoprire un’altra Italia in tre giorni’, la prima mira è quella di un fine-settimana pieno di attrattive e concentrato in un posto preciso.

Ma chi ha detto che il week-end non possa trasformarsi in una settimana piena?

Week End Slow Food lo trovi QUI

Sono presenti infatti numerosi posti poco distanti tra loro che permettono di espandere le nostre curiosità oltre il classico arrivo del venerdì sera con conseguente partenza la domenica mattina.

Fermo restando che Week End Slow Food è mirato per i cosiddetti ‘weekenders’. Propone, grazie a un’archivio trentennale, 47 differenti fine-settimana in giro per l’Italia.

La particolarità della guida risiede nel consiglio di dimenticare la frenesia della settimana per planare verso ritmi più blandi. Il leitmotiv, come anche espresso dal titolo e dalla stessa casa editrice, è tutto compreso nel verbo ‘rallentare’.

Così, ci si riappropria del tempo e si possono ammirare con moltissima più attenzione, le meraviglie presentate in Week End Slow Food.

All’interno sono presenti tre ripartizioni: Ambiente, Itinerario Consigliato Per e la Stagione Consigliata.

Gli ambienti sono Città, Campagna, Mare, Montagna e Lago. Gli itinerari consigliati sono per Famiglie, Coppie e Singoli. Le stagioni consigliate sono tutte e quattro, nessun momento dell’anno escluso.

Si parte dalla Valle D’Aosta e si arriva fino in Calabri e oltre verso le isole di Sicilia e Sardegna.

Numerosissimi e variegati i consigli di attrattive turistiche, luoghi dove dormire e mangiare. Magari senza auto. E perché no a piedi? Ascoltando in silenzio i ringraziamenti della propria voce interiore.

WEEK END SLOW FOOD – SLOW FOOD EDITORE – 2018

   

No votes yet.
Please wait...
  • 3
  •  
  •