Oracolo Manuale Per Scrittrici E Scrittori, una citazione:

“Le narrazioni sono illusioni. “Illudere” viene dal latino “in-ludere”, “chiamare dentro a un gioco” … Devi chiamare il lettore nel gioco, giocare per lui e con lui. È come il lavoro degli scienziati: svolgono le loro ricerche, fanno ipotesi, lavorano per verificarle o falsificarle, costruiscono teorie eccetera, sempre come se il mondo, nel suo complesso, avesse un’unità di funzionamento, una coerenza, dei meccanismi di base che agiscono similmente in ogni luogo, tempo e situazione. Se non si partecipa a questo “come se”, che in fin dei conti è una sorta di illusione, non si può fare scienza. Una narrazione che non abbia la forza di imporre il proprio “come se” è una narrazione che non produrrà mai nel lettore una vera e completa illusione. E lo perderà, non importa se a pagina sette o a pagina trecentoventicinque.”

Oracolo Manuale Per Scrittrici E Scrittori si può usare come un gioco.

Se stai lavorando a una storia scritta – romanzo o racconto, poema o sceneggiatura che sia – e ti trovi in difficoltà, allora puoi prenderlo in mano, soppesarlo, strofinarci sopra il palmo tenendo gli occhi chiusi come fosse la lampada di Aladino, e aprirlo a caso.

Troverai, sulla pagina di destra, un consiglio o una provocazione o una riflessione o una domanda mentre, sulla pagina di sinistra, un breve approfondimento. Prova ad applicare ciò che hai trovato al tuo problema. Forse lo stimolo ti aiuterà a osservarlo con uno sguardo e da un’angolatura diversi.

Ma Oracolo Manuale Per Scrittrici E Scrittori è anche un serissimo tomo da meditazione, perché in circa duecento “massime” l’autore ha condensato il succo di un’esperienza di editing e di insegnamento della scrittura ormai più che ventennale.

Oracolo Manuale Per Scrittrici E Scrittori se lo vuoi lo compri QUI

Si può quindi leggere in due modi: consultarlo aprendolo a caso o sfogliarlo rapidamente o, altrimenti, leggerlo da cima a fondo come un qualsiasi libro, segnandosi quegli incisi che suggeriscono degli approcci alla scrittura o alla narrazione che prima non avevi considerato. Potendo, oltre tutto, annotare ed aggiungere altre “massime” prodotte dalla propria esperienza nelle pagine finali dello stesso libro.

Non ha infatti l’ambizione di avviare alla professione della scrittura, ma piuttosto quella di aiutare chi muove i primi o i secondi passi nell’umana pratica del raccontare a divenire un po’ più consapevole, un po’ meno ingenuo e forse addirittura un po’ più bravo. Comunque utilissimo per chiunque voglia migliorare l’ordine e l’esposizione dei propri pensieri in parola.

Oracolo Manuale Per Scrittrici E Scrittori è un oracolo manuale che si colloca in un territorio letterario a metà strada tra il surrealismo e lo zen. Una scatola dei trucchi e delle meraviglie, con cui un abile mago svela al bimbo gli strumenti e le magie della sua arte: il tema dell’illusione – e dell’incanto che da essa deriva, se giustamente creata – , i cambi di scenario e di punto di vista, gli andirivieni della narrazione, la valorizzazione dell’impasse e degli spazi vuoti.

Altri capisaldi stanno dietro questo manuale: da “Il piccolo libro delle risposte” di Carol Bolt a “Espèces d’espaces” del sempre ottimo Georges Perec, dal “Castello dei destini incrociati” di Calvino alle “Oblique Strategies” di Brian Eno. Senza scordare Balthasar Gracian, autore dell’Oraculo manual y arte de prudencia, raccolta di aforismi sulla vita di corte pubblicata nel 1647. Il titolo del libro viene proprio da lì.

Perché se è pur vero che la scrittura è lineare, l’immaginario è pur sempre vibratamente pulviscolare.

ORACOLO MANUALE PER SCRITTRICI E SCRITTORI – SONZOGNO – 2019

  •  
  •  
  •