Recensione di Business Networking – Benedetto Buono

Recensione di Business Networking – Benedetto Buono

Business Networking è un libro importante come gli argomenti che tratta dedicati alle interazioni sociali.

Socrate disse che ‘l’uomo è un animale sociale’, è quindi da sempre importante gestirsi nelle relazioni umane.

In Business Networking scopriremo come trarre giovamento dai tanti legami che attraiamo e gestiamo nella nostra cerchia, stretta o allargata che sia, di comunità sociale.

Entreremo quindi nel dorato mondo della curiosità più pura, ovvero quella di stare a sentire il nostro interlocutore mostrando un sincero interesse.

Già, perché tutto è importante nel campo delle relazioni umane. Così anche situazioni che all’apparenza sembrerebbero noiose o improduttive per la nostra attività professionale lo potrebbero diventare invece nel futuro quando magari il nostro business sta subendo una significativa flessione.

“Una rete di relazioni si costruisce nel tempo, un incontro alla volta e ci vogliono anni – tanti anni – per costruirne una di valore.”

Importante nel nostro lavoro è costruire relazioni di valore da consolidare nel tempo. Non devono riguardare per forza l’ambito odierno lavorativo ma essere sincere e costruite con un atteggiamento aperto e rivolto più al ‘dare’, ovvero andare verso l’interlocutore, che invece all’avere, ovvero ricevere dall’interlocutore.

L’autore, Benedetto Buono, fornisce tutti gli strumenti necessari per ottenere il massimo dalle nostre connessioni e anche sul come classificarle tra i legami forti, quelli più stretti, e i legami deboli, quelli lontani ma in concreto più importanti per il nostro networking.

“Aver ben chiaro in mente l’obiettivo è dirimente tra chi otterrà qualcosa dal proprio network e chi continuerà probabilmente a girare a vuoto: un obiettivo chiaro, infatti, stimola maggiore motivazione nel raggiungerlo e chiarisce le idee su chi davvero può essere utile contattare per farlo.”

Business Networking se vuoi lo compri QUI

Questo libro ci insegna quindi come puntare le nostre attitudini passando anche per le relazioni. Ricordandoci sempre di essere sinceri e mai prevaricatori per il bisogno che abbiamo di sviluppare una o più connessioni.

Possiamo quindi innanzitutto scoprire chi siamo con un sano esame di coscienza. Scoprirci per catalogare le nostre hard skills ma soprattutto le nostre soft skills.

“Le soft skills si possono definire come tutta quella serie di competenze trasversali che nella vita, anche dal punto di vista lavorativo, sono importanti quanto o più delle competenze tecniche e professionali acquisite con l’esperienza e lo studio (hard skills).”

Chiaramente in questa fase del mondo tra rivoluzione digitale e post-pandemia viene spontanea la curiosità se valgono nello stesso modo le relazioni umane di persona rispetto a quelle digitali.

“Un concetto fondamentale che emergerà più volte tra le righe del testo, è che non esiste un modo di comportarsi adatto alla sfera virtuale e uno più adatto alle relazioni de visu: è essenziale adottare coerenza tra quello che si è nella vita reale e quello che si è nella vita digitale.”

Quindi prima di tutto, bisogna essere a fuoco con se stessi per esprimersi al meglio nelle relazioni. In due parole: personal branding.

Nel libro sono raccontati anche i modi per fare business networking. Da quelli digitali e attuali fino a quelli classici e ‘vecchia maniera’ come prendere un caffè per lavoro e porgere l’intramontabile biglietto da visita.

Sono raccontati anche i grandi aggregatori di networking lavorativo come BNI, Canova Club e MENTORS4U per citarne alcuni.

Concludono il libro, un fantastico ed esaustivo capitolo su LinkedIn e numerose testimonianze di successo ed esperienza nell’ambito delle relazioni professionali.

BUSINESS NETWORKING – DARIO FLACCOVIO EDITORE – 2021

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: