Recensione di La Verità Su Tutto – Vanni Santoni

Recensione di La Verità Su Tutto – Vanni Santoni

La Verità Su Tutto è l’architettura letteraria inventata da Vanni Santoni per raccontarci il mondo della spiritualità.

C’è una cultura che libera si dipana per le vie delle città, per i sentieri dei boschi e per le strade più disparate a una ricerca sempre orientata al proprio sé migliore.

In La Verità Su Tutto andremo alla scoperta di Cleopatra e del suo bisogno profondo di comprendersi per dare un senso profondo al creato che la circonda. A un mondo non solo fatto di esseri umani ma di qualunque forma vivente e non, che le si concretizza nelle tante avventure della sua vita da ribelle.

Se c’è sempre un perché in quello che ci accade, anche in quello che chiamiamo fatalità, allora c’è anche chi ha la sensibilità per puntare a spiegare il tutto che accade. E una volta che una persona ci riesce a spiegare quello che è classificato come inspiegabile allora questa persona si eleva a qualcosa di più di un semplice essere umano.

Questa persona possiede allora la verità.

Così entriamo in La Verità Su Tutto come semplici persone e ne usciremo come qualcuno che possiede la verità.

Sarà Cleopatra a tenderci la mano nella lettura e a portarci a capofitto nella sua vita, sempre orientata alla coerente ricerca di se stessa.

La Verità Su Tutto se vuoi lo compri QUI

Dall’infanzia vivace alle scuole superiori dove manifesta già un’inquietudine al cambiamento con quel pensiero punk che la rende una freak della sua scuola. E oltre verso i primi rave illegali dove comincia questa espansione della mente passando per la chimica prima ancora che per la meditazione.

In La Verità Su Tutto, l’autore costruisce un mondo perfetto e assolutamente possibile raccontando sottoculture orientate alla spiritualità e al benessere.

Non è una vita tutta rosa e fiori quella di Cleopatra però perché ascendere vuol dire anche isolarsi. Sacrificare quindi affetti cari perché non più in attitudine con la ricerca personale del sé migliore.

Non è facile spiegare a chi non può capire perché è importante sprofondare dentro se stessi per poi riemergere risolti e puramente ricettivi.

C’è uno scatenante sempre a fare cambiare rotta tra il mondo esteriore e quello interiore. E per Cleopatra è la visione di un video nel quale gli sembra di riconoscere Emma, una sua fidanzata. Il video è vietato ai minori e questo la scandalizza ancora più della conferma che sia Emma quella del video.

E’ così che l’indagine si fa concreta e introspettiva passando alla meditazione oltre che alle mirate dosi di droghe sintetiche e orientando gli orizzonti verso comunità autogestite dove studiare per la pace interiore.

Cleopatra non riesce più a tenere legami convenzionali e così lascia andare via la sua nuova compagna Laura per dedicarsi alla conoscenza del bene e del male puntando a una consapevolezza ultraterrena.

Sarà l’incontro con Kumari a consacrare il suo sapere al punto di cambiare anche il nome in Shakti Devi.

Oltre alle idee si passerà ai fatti con la costruzione di una nuova comunità interamente gestita da loro due dove insegnare ricerca spirituale e benessere interiore. L’idea attira numerosi adepti ma, come sempre nella natura umana, anche dei possibili detrattori.

Ecco che allora Cleo, alias Shakta Devi, torna a mettersi in discussione. E’ tempo ancora di cambiare perché la consapevolezza insita in un corpo umano non può trascendere dalla sua natura stessa d’individuo in carne e ossa. Solo numerose vite quindi porteranno Cleo, e tutti noi, a risolverci nel bene e nel male.

LA VERITA’ SU TUTTO – MONDADORI – 2022

One thought on “Recensione di La Verità Su Tutto – Vanni Santoni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: