Recensione di L’Africa – Giovanni Carbone

Recensione di L’Africa – Giovanni Carbone

L’Africa, una citazione:

“La politicizzazione delle diversità etniche e la polarizzazione dello scontro politico si combinarono, nei paesi africani, con l’assenza di precedenti esperienze democratiche, la debolezza della società civile, l’elevata e diffusa povertà, la sproporzione tra le aspettative di intervento statale e le effettive capacità di risposta delle nuove istituzioni.”

L’Africa è la quarta edizione di una delle monografie italiane più conosciute sui regimi politici e i conflitti dell’Africa subsahariana.

Ripercorrendo l’evoluzione che ne ha delineato il volto contemporaneo, il libro sottolinea i tratti principali e le dinamiche più comuni della scena politica del continente.

Una vicenda che si caratterizza per la forte personalizzazione del potere fin dall’epoca delle indipendenze, per una competizione politica segnata da aspre connotazioni etniche, diffusa corruzione e violenza, ma anche per l’inaugurazione di graduali processi di democratizzazione già a partire dagli anni Novanta.

L’Africa illustra lo scenario di tutta la regione subsahariana, con l’esclusione dalla trattazione – per motivazioni storico-culturali –- del Nord Africa mediterraneo.

Dedicare un libro a questa estesa regione – che conta ben 49 paesi – rimane un esercizio tanto ambizioso quanto rischioso, in quanto passibile di trascurare la grande diversità di situazioni in un’area così ampia.

In ogni capitolo sono inseriti quadri di approfondimento dedicati a casi studio di singole esperienze nazionali o regionali, o perché particolarmente emblematiche dell’argomento principale del capitolo o perché quell’argomento si è sviluppato in modo distinto rispetto al resto della regione.

Esistono peraltro molteplici dinamiche comuni che caratterizzano l’intera area nel suo complesso e che, infatti, costituiscono la spina dorsale del volume.

L’Africa se vuoi lo compri QUI

Questa nuova edizione fa il punto sulle maggiori trasformazioni avviate nella regione con l’inizio del nuovo millennio.

Un’inattesa fase di rilancio economico, il ritorno di interesse da parte di potenze internazionali ed emergenti, come pure le nuove sfide emerse nel Sahel e nel Corno d’Africa e l’anomalo andamento della pandemia di Covid-19 in gran parte della regione.

L’Africa è una lettura indicata per chi vuole esplorare i grandi temi della recente storia africana, grazie alla ricostruzione dei maggiori accadimenti e dei fenomeni politici che hanno caratterizzato gli stati africani.

Giovanni Carbone – responsabile del Programma Africa dell’ISPI – ci regala un’attenta disamina sulla genesi e sulla evoluzione dei diversi stati. Questo grazie ad uno stile divulgativo che non inficia i tanti approfondimenti storico-economici.

L’Africa subsahariana si rivela una realtà composita che, gradualmente, costruisce su quanto appreso nel passato, cercando i modi e gli spazi per sprigionare ancor meglio il potenziale che ne deve accompagnare i processi di sviluppo.

La regione subshahariana continua ad essere povera, ma lo è sempre meno. È giovane nella popolazione e ancora molto vulnerabile nei propri equilibri e corsi interni. Ma non rimane mai ferma.

L’AFRICA – IL MULINO – 2021

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: