Recensione di Non Si Butta Niente – Eliana Ferioli

Recensione di Non Si Butta Niente – Eliana Ferioli

Non Si Butta Niente è il libro che stavamo cercando per la nostra cara cucina. Troppo spesso siamo abituati a ‘pulire’ gli ortaggi dimenticandone la parte non utilizzata e abbondonandola nel cestino.

Ecco che allora scopriamo che tutto un ortaggio può essere sfruttato per le nostre preparazioni migliori, quelle della domenica certo, ma anche degli altri giorni della settimana. Quando a dominare è il poco tempo a disposizione.

In Non Si Butta Niente andremo alla scoperta delle parti normalmente non utilizzate degli ortaggi. E li sfrutteremo per creare un orto casalingo.

Sembra impossibile? A giudicare dalla lettura è esattamente il contrario.

Divertirsi e stare insieme. I ritmi di vita che regolano le nostre giornate spesso riducono al minimo i momenti di convivialità e condivisione. Ritrovarsi in cucina per improvvisarsi orticoltori può essere l’occasione giusta per fare insieme qualcosa di utile, ecologicamente corretto e nel contempo divertente.”

Proprio così, anche divertente è creare un orto casalingo e quindi perfetto per insegnare ai bambini qualcosa di utile e puntato verso la salvaguardia del pianeta.

Coinvolgere i bambini. Tutti gli esperimenti proposti in questo libro sono adatti anche ai bambini perché sono semplici e i risultati sono garantiti. I piccoli di casa, lavorando assieme a voi, possono capire da dove viene il cibo e anche imparare un po’ di botanica e orticoltura.”

Non Si Butta Niente è diviso in due parti. La prima dal titolo ‘Chi BEN comincia’ è dedicata alla conoscenza delle verdure e all’occorrente per il nostro piccolo orto. La seconda dal titolo ‘E ADESSO al lavoro!’ è la guida pratica per mettere in atto la nostra piccola grande rivoluzione in cucina.

E’ indispensabile partire da un’idea mirata della parte di ortaggio che andremo a trattare e l’autrice, Eliana Ferioli, non lascia assolutamente la decisione al caso.

Non Si Butta Niente se vuoi lo compri QUI

“In ogni caso, per essere sicuri che l’operazione vada a buon fine, è fondamentale che la porzione di pianta abbia conservato integri uno o più germogli attivi, cioè capace di generare nuovi fusti, foglie e fiori, e che riusciate a individuare dove questi germogli sono situati.”

E quindi più di una lettura, è un apprendimento pratico e mirato ai punti fondamentali della riuscita del piano.

Quale piano? Il nostro orto in casa, di qualunque abitazione si tratti.

Aglio, barbietola, patata, carota e moltissimi altri ortaggi sono svelati per la loro natura, per la loro storia e per il migliore utilizzo in cucina. Per poi scoprirne il lato ‘riciclabile’ che alle volte passa anche nelle parti non sfruttate normalmente. Come la foglia della barbabietola per esempio o in quelle dell’aglio, tanto per citarne un paio.

Oppure se vogliamo generare nuove piante come nel caso di ananas e cipolla, sempre tanto per citarne un paio.

Oppure ancora fragole e kiwi, tanto amate dai bambini, e pure dai grandi, che si possono riprodurre con facilità sapendo ovviamente i passaggi giusti per ottenere nuove piantine.

C’è veramente di tutto e di più in questo libro. Ha una scrittura scorrevole e una fruibilità immensa che lo rendono adatto a tutti. Anche ai meno esperti.

L’allegra edizione e le tante foto esplicative presenti all’interno lo rendono anche un regalo perfetto per l’appassionato di piante, di riciclo e biodiversità.

NON SI BUTTA NIENTE – DEMETRA – 2021