Recensione di Passaggi Di Proprietà – Salvatore Enrico Anselmi

Recensione di Passaggi Di Proprietà – Salvatore Enrico Anselmi

Passaggi Di Proprietà, una citazione:

“Mi hanno definito quadro, dipinto, miracolo, annuncio e incarnazione appeso sui muri di una celeste galleria, squartato e ricucito, venduto e acquistato, precipitato e risorto, testimone che avrebbe voluto non avere occhi, muto testimone. Questa è la mia storia.”

Passaggi Di Proprietà è il racconto della vita di un’opera d’arte.

Il tracciato narrativo della storia attraversa un ampio lasso cronologico, dalla genesi dell’opera pittorica – un’Annunciazione eseguita nel primo Cinquecento – alle peregrinazioni del dipinto nel corso del tempo.

Tutti i relativi passaggi di proprietà, appunto. Le vicende del dipinto pertengono a furti, recuperi, restauri, vendite.

Ascese e cadute in disgrazia, affermazioni e contraddittorie negazioni delle stesse, ispirazione creativa e prosaica mercificazione, famiglie al collasso e derive morali costituiscono il contesto nel quale operano i tanti personaggi del libro.

Artisti, avventurieri, mecenati, collezionisti, restauratori e nuovi acquirenti sono i protagonisti degli episodi concatenati tra loro grazie a una prospettiva mutevole ma coerente, per ironia e cinica irriverenza.

Il principio di adesione al contesto storico costituisce il tenace legame di originalità dell’opera.

Le variazioni del registro linguistico, che si adegua ai tempi di riferimento, contribuiscono a rendere fluidi i paradigmi entro i quali catalogare l’opera.

In Passaggi Di Proprietà convivono infatti i caratteri propri del romanzo storico, di formazione e introspettivo, coniugati con ritmi letterari più contemporanei.

Passaggi Di Proprietà se vuoi lo compri QUI

Salvatore Enrico Anselmi è docente, storico e critico d’arte. Alle attività di ricerca – incentrate sulle vicende di committenza nobiliare di età moderna – affianca l’attività di scrittore.

In questo romanzo i passaggi di mano del quadro costituiscono l’escamotage per parlare di una galleria di personaggi, dal XVI° secolo sino ad una angosciante distopia.

“La regola è la gloria, la norma è il traguardo, la policromia non sbiadirà e non si scrosteranno pellicole di pigmento vecchio, perché non ci sarà più né giovane né vecchio, o nuovo o usato, brutto e deforme, imbelle e codardo, infido e millantatore di talenti non suoi.”

Passaggi Di Proprietà racconta una storia che si compone di storie, un romanzo di romanzi caratterizzato da moventi, echi e memorie.

L’originalità del romanzo consiste anche nel fornire spunti di riflessione sul valore morale del patrimonio artistico e sulla sua trasmissione alle generazioni future.

È da sottolineare poi la consapevole operazione meta-linguistica e meta-letteraria che costituisce uno dei nerbi del testo.

Un libro-affresco, che parla di uomini attraverso le vicende di un’opera d’arte, suo malgrado testimone dei cambi di civiltà e di sensibilità che coinvolgono l’umanità.

Una storia raccontata da un’ottica inconsueta, anche per i lettori più esperti.

Un godibile esercizio di stile che fa riflettere sulla percezione di noi stessi e sul concetto del giusto e del bello.

PASSAGGI DI PROPRIETÀ’ – LINEA EDIZIONI – 2021

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: