Recensione di Sfacciate – Sarah Perry

Recensione di Sfacciate – Sarah Perry

Sfacciate non lo siate. Chiedete il permesso, sempre. Soprattutto non desiderate farlo. In caso lo siate state, scusatevi.

Quante volte noi donne ci siamo sentite tacciare di sfacciataggine. La bestia nera “delle virtù” al contrario. O siamo state messe in guardia dall’ esserlo.

In Inghilterra l’ espressione molto usata, se non perfino abusata: “Ragazze dell’ Essex” definisce le donne sessualmente appariscenti, spudorate, dal linguaggio spontaneo, rumorose, esuberanti; e lo fa con un intento dispregiativo.

Sono così accomunate tutte quelle figure femminili “fuori dalle righe”, in antitesi alla rispettabilità e al sapersi comportare di una donna “integrata” con la società e il suo tempo. Con il luogo di lavoro e la famiglia. Invisibili mi viene da pensare.

In questo arguto pamphlet Sfacciate la giornalista Sara Perry, parte proprio dall’ analisi di questa espressione di sdegno basata su connotazioni regionali. Ma ne travalica presto i confini e ci consegna pagine di storia sull’ interessantissima e spesso poco considerata sfrontatezza femminile.

«Che cos’è l’ Essex Girl, se non una donna a cui non importa nulla di avere una buona reputazione? Cominciavo a capire che forse era temuta e disprezzata perché, avendo rifiutato uno dei doveri tipicamente femminili, aveva i mezzi per rifiutarli tutti quanti»

Sfacciate se vuoi lo compri QUI

In Sfacciate pagina dopo pagina comprendiamo il valore di osservare dal di dentro una frase “stantia” ma feroce e potente. E se un luogo comune come questo fosse solo il tetto di una gabbia? Fatta di sbarre intellettuali e preconcetti che hanno voluto nei secoli raccontare le donne solo come identità sobrie, integre, educate, perbene. A immagine di una cultura maschile.

Vengono ripercorse le esperienze coraggiose di alcune donne inglesi: la martire protestante Rose Allin, l’ intellettuale Harriette Martineau, l’attivista Emily Hobhouse, l’ influencer Kim Kardashian.

Scopriremo, grazie al racconto sulle loro vite che “queste ragazze” seppur esistite in secoli e realtà differenti, sono state tutte irrimediabilmente e coraggiosamente: irriverenti, volgari, presuntuose, forti, ridanciane, assolutamente non romantiche, non sempre madri, non sempre mogli.

Fatalmente libere. Fatalmente Sfacciate.

«Sono loro il territorio dell’ Essex Girl; non la carta geografica. Sono loro a incarnare il significato dell’essere poco raccomandabili, irrispettose, disobbedienti; il significato del parlare senza aspettare il proprio turno e alzare troppo la voce e troppo spesso; dell’ essere irritabili e irritanti, ed essere corpi sgradevoli e scomodi; dell’ essere la spina nel fianco per le classi al potere; sono loro a dare significato a essere libere.»

SFACCIATE – NERI POZZA -2021

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: