Mi sono imbattuta la prima volta in Simone Tempia e il suo imprescindibile maggiordomo più di due anni fa, partecipando alla presentazione del suo Vita Con Lloyd.

Non sapevo chi fosse ne esattamente cosa contenesse quel libro così graficamente accattivante.

So solo che da quel giorno sono diventata loro fan e a parte leggere i libri, e Un Anno Con Lloyd è il terzo per essere precisi, li seguo costantemente sulla pagina Facebook: Vita con Lloyd.

La formula è vincente, ci sono sir e il suo prezioso maggiordomo immaginario Lloyd.

Tutto è incentrato sulla loro relazione, su dialoghi e riflessioni, concetti e filosofeggi che in brevi righe riescono a concepire.

Sono semplici e profondi allo stesso tempo.

Sir, c’è qualcosa che la preoccupa?

Spero tanto che chiusa una porta si apra un portone, Lloyd.

Non sarebbe meglio che si spalancasse l’orizzonte, sir?

Sarebbe meglio, ma come si fa?

Basta chiudersi quella porta alle spalle, sir.

Per andar via dal passato…

E tornare presente, sir.

Per affezionarsi ai due ci vuole davvero un attimo, poche righe e ti catturano facendoti accomodare nel loro mondo che appare surreale ma è molto concreto.

Un Anno Con Lloyd se lo vuoi lo compri QUI

E più parlano tra loro e più li staresti a sentire perché spesso, molto spesso, toccano le corde giuste.

Parlano di tutto, speranze, sentimenti, della vita, impossibile non restare ad ascoltarli.

Si perderebbe qualcosa a parer mio.

Il libro contiene 365 dialoghi e situazioni in un susseguirsi di stagioni e saggezza.

Ciò che più amo di loro è il fatto che sir pone le questioni che noi tutti nell’arco della vita ci poniamo e che non fa altro che porgergli la giusta prospettiva che poi è la chiave per vivere la vita.

Inoltre in tempi di insulti online, leggere pagine e pagine di pura educazione ti rimette al mondo.

Lloyd mi sono chiuso in me stesso!

Temo di sì, sir.

Come faccio adesso? Qui dentro mi sento soffocare.

Non si preoccupi, sir. Basterà attendere la persona giusta con cui aprirsi.

E la persona giusta sarà quella che mi farà uscire?

Al contrario, sir. Sarà quella che non avrà paura di entrare.

Grazie mille, Lloyd.

Dovere, sir.

Chi non vorrebbe un Lloyd?

UN ANNO CON LLOYD – RIZZOLI LIZARD – 2018