Recensione di L’Amore Non Apprezzo

Recensione di L’Amore Non Apprezzo

L‘Amore Non Apprezzo di Arsenio Bravuomo è un cofanetto di poesie ricco, ricchissimo di tante cose, un concentrato, ed è un libro che mentre si legge lascia un involontario sorriso sul volto.

Almeno io così mi sono ritrovata snocciolando le sue pagine, una dopo l’altra, argomento dopo argomento, parola dopo parola, immagine dopo immagine.

L’Amore Non Apprezzo ha la prefazione di Guido Catalano che col Bravuomo condivide un po’ di cose, ce le racconta e poi scrive:

Come si fa a capire se un libro di poesie è un bel libro di poesie? Lo capisci se dopo averlo letto ti viene voglia di scrivere poesie. Questo è uno di quei casi.”

L’Amore Non Apprezzo se vuoi lo compri QUI

Le poesie di L’Amore Non Apprezzo sono tutte belle, molte sono lunghe e ci si entra facile facile, le navighiamo seguendo l’onda del suono e delle immagini delle parole, si attraversano evocando, vivendo e vedendo ciò di cui parlano e quando finiscono pensi “e ora?” ma per fortuna c’è quella dopo altrettanto suggestiva in cui tuffarsi di testa.

Ho amato molto la sezione Pezzi esorbitanti (roba di lusso) che inizia con

Consiglia per la figlia:

don’t waste il privilegio della gioventù

usa la recreational drugs

party like a dj

all the time

come non capisci?

impara l’inglese

ma anche il francese e lo spagnolo

il cinese pare che serva

ma non lo so

il giapponese mi piace molto

fa’ te

cerca di entrare in tutte le mutande in cui inciampi

scopazza

sii uomaiola e petrosina

coltiva le amicizie

fai un testamento

anzi fanne due o tre

così chi resta poi può scegliere

non fare come me

che il mio primo e unico testamento

lo scrissi a undici anni

(lasciavo tutti i miei libri a mia sorella)

e ancora adesso fa molto ridere

non fingere mai l’orgasmo

spingilo via se ti sei stufata

è molto meglio così

magari fallo con delicatezza

poi mettiti a cucinare due piatti di spaghetti

o due uova in camicia

fai l’amore spesso e bene o anche poco e bene

non è un fatto di numeri ma alle volte sì

solo, quando fai l’amore non metterti a contare

sii un’amante lirica ed epica allo stesso tempo

(leggi kundera)

ricordami

io son solo il primo coinquilino con cui hai vissuto

che ti ha sgridato per quella faccenda

che ti ha insegnato a pattinare

che ti ha sempre considerata una coinquilina

che non pagava l’affitto

ma che non ti ha mai chiesto, alla fine, il conto

esagera sempre con la musica

e comunque, pedala.

Seguono Scatole, Pensa che bello, Schiavi e Se incontrassi Bob Dylan che per me sono intense, ironiche e splendide.

Le ho vissute tutte appieno ma sarebbe superfluo riportarle, bisogna avere L’Amore Non Apprezzo tra le mani, sentire il fruscio della carta girando le pagine per goderne appieno.

Meglio se sorseggiando Il negroni:

il negroni è un terzo un terzo un terzo

è armonico, democratico, proporzionale

non maggioritario

giusto

Questo libro di poesie contiene perle rare, con lui si salta di qui e di là, ci si inebria, si riflette, si ride e ci si immalinconisce per poi tornare a sorridere.

Mi fido di Catalano che ha scritto che un bel libro di poesie spinge a scriverne, io non mi azzarderei ad avere queste velleità (seppur la vita è stramba e chissà) ma certamente posso affermare che induce a leggerne.

Ancora e ancora e ancora…

L’AMORE NON APPREZZO – NEO – 2021

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: