Recensione di Pandora – Susan Stokes-Chapman

Recensione di Pandora – Susan Stokes-Chapman

Pandora, una citazione:

“E adesso Dora lo sente in tutta la sua pienezza, quel canto di sirena, quell’oscura supplica. È la voce del vento, il mormorio delle onde, una nenia funebre… E Dora non sa, non può resistere. Solleva il coperchio.”

Pandora è un romanzo capace di far viaggiare il lettore indietro nel tempo.

Londra, 1799.

Un tempo rinomato, l’Emporio di Antichità Esotiche della famiglia Blake ha da offrire soltanto opere contraffatte e ninnoli privi di valore da quando è finito nelle mani di Hezekiah Blake, dopo la tragica morte di suo fratello Elijah.

Stimati archeologi e collezionisti, Elijah Blake e sua moglie Helen sono rimasti uccisi dal crollo di uno scavo in Grecia.

L’incidente ha lasciato illesa Pandora, la figlia della coppia, ma ha determinato l’improvvida decadenza dell’Emporio, divenuto rapidamente una bottega di polverose cianfrusaglie nelle mani sbagliate di Hezekiah.

Gli anni sono passati e Pandora, detta Dora, è ora una giovane donna che sogna di diventare un’artista orafa.

Un sogno che lei coltiva con caparbietà mentre trascorre le sue ore nell’Emporio in cui l’oscura attività dello zio trascina sempre più il nome dei Blake nell’infamia.

Un giorno, di ritorno al negozio, una scena spaventosa si schiude davanti agli occhi della ragazza: di fronte all’Emporio giacciono, ribaltati, un carro e un cavallo. Hezekiah, invece, è intrappolato sotto l’animale.

Attorno a lui tre uomini malvestiti, con il terrore negli occhi e l’odore salmastro dei marinai addosso, armeggiano e imprecano alla sfortuna mentre fissano una cassa incrostata di molluschi rimbalzata sul selciato.

Nei giorni successivi Hezekiah, malconcio e sospettoso, chiude la cassa a chiave nello scantinato e vieta alla nipote di accedervi.

Pandora se vuoi lo compri QUI

Che cosa c’è in quella cassa? Perché Hezekiah è impallidito quando la nipote glielo ha domandato? E per quale motivo ordina a chiunque di non mettere piede nello scantinato?

Incapace di tenere a freno la curiosità, Dora si avventura nello stanzino buio e umido per imbattersi in qualcosa che cambierà per sempre la sua vita.

Ambientato in una Londra georgiana in cui si diffonde l’irresistibile attrazione per il mondo antico, Pandora è un avvincente mystery capace di ricreare in ogni dettaglio lo spirito di un’epoca.

Pandora fu, secondo la mitologia greca, la prima donna mortale, mandata sulla Terra da Zeus come vendetta per il furto del fuoco da parte di Prometeo.

A Pandora fu dato un vaso da custodire, con l’avvertenza di non aprirlo mai, ma la curiosità prevalse e dal vaso uscirono tutte le sventure immaginabili.

È da questa leggenda che prende spunto la storia, collocata in una Londra d’antan che sembra di annusarla, per quanto profondamente viene descritta attraverso gli odori di posti e strade.

Pandora è un mystery dal ritmo incalzante, che gioca su tanti piani: dal giallo classico al fantasy, dal melò al romanzo storico, mischiando sapientemente scienza e credenze popolari, realtà e mito, storia e magia.

Con una prosa elegante, che colpisce per lo stile moderno e l’uso di parole ricercate, Susan Stokes-Chapman intreccia con maestria le vicende dei suoi personaggi.

Pandora, suo romanzo d’esordio, è un debutto che lascia il segno.

E chissà che questa storia non abbia un ulteriore seguito..

PANDORA – NERI POZZA – 2022

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: