33 Giri. Guida Ai Cantautori Italiani. Gli Anni Settanta, una citazione:

“Il libro che tenete tra le mani andrebbe assunto, dunque, come testo-memento della canzone d’autore (perduta) e della cronaca saliente degli anni Settanta. Che si tratti di saggio schierato, parziale e sentimentale (parziale perché sentimentale), non ci piove, 33 giri si muove ad ampio raggio sulla scorta di ricordi (che come è noto sono labili, nel migliore dei casi, bugiardi), ricerche, idiosincrasie, significati palesi e sottesi, preferenze personali.”

All’inizio degli anni Settanta, in un’Italia in cui la protesta porta migliaia di ragazzi in piazza, esplode il fenomeno dei cantautori. Legato ad una rivoluzione dei costumi resasi ormai indifferibile, il cantautorato si inserisce tra le inquietudini della gioventù, carpendo e facendo propri i diversi umori della società.

Il viaggio comincia nel 1970 e si conclude nel 1979 – un decennio che attraversa il nostro paese negli anni tellurici della protesta – raccontando i cantautori del tempo, i più ed i meno conosciuti, portavoce delle nuove inquietudini, del desiderio di cultura e di cambiamento.

33 Giri. Guida Ai Cantautori Italiani. Gli Anni Settanta è un percorso lineare, che procede anno per anno, LP per LP, affidando a dischi e canzoni la narrazione di un periodo decisivo della storia italiana: un momento più che fecondo per la nascita di nuovi artisti, emersi uno dopo l’altro creando la colonna sonora di una protesta giovanile senza precedenti alle nostre latitudini.

A raccontare il mondo, l’Italia, i giovani, le paure e i pensieri di una generazione sono infatti le musiche e i testi di Francesco Guccini, Fabrizio De Andrè, Eugenio Finardi, Pierangelo Bertoli, Claudio Lolli, Stefano Rosso, Roberto Vecchioni, Lucio Dalla, Gianfranco Manfredi, Piero Ciampi, Rino Gaetano, Giorgio Gaber, Enzo Jannacci. E tanti altri. Con l’epurazione, a sorpresa, di nomi illustri.

33 Giri. Guida Ai Cantautori Italiani. Gli Anni Settanta lo trovi

Il libro di Mario Bonanno inaugura la collana musicale delle edizioni Paginauno, intitolata ‘In Utero’. E lo fa con uno stile sontuoso, originale e refrattario – ah, che gaudio! – ad alcuni stilemi grammaticali.

33 Giri. Guida Ai Cantautori Italiani. Gli Anni Settanta è un saggio retroverso, legato a passaggi di tempo, a fili rossi e antinomie in rapporto dialettico tra loro, in cui lo slancio ideale e quello ribellista, i due fiumi carsici del fulgore degli anni settanta, si accompagnano come il dionisiaco fa con l’apollineo.

Anni di faglia, in cui la forma canzone tenta di dare colore a un periodo tetro, attraversato com’è da austerity, crisi politiche ed energetiche, terrorismo. È una vera e propria rivoluzione copernicana quella apportata dalla canzone d’autore, che fa tabula rasa di pop e melodismi tradizionali con l’intento di far riflettere e tale da assurgere a una sorta di paraletteratura.

Gli USA hanno dato i natali a Bob Dylan, ma anche da noi non si scherza quanto ad artisti della parola.

Gli anni Settanta sarebbero stati gli stessi senza i cantautori? E i cantautori di quel periodo sarebbero esistiti senza quegli anni Settanta di contorno-supporto? E le loro ‘voci’ sarebbero state così sferzanti ed indignate? La domanda è un Giano bifronte.

Al di là dei sofismi, condensato in sole 129 pagine, ecco un progetto brillante e riuscitissimo di connettere parole, musica, storia, rivoluzione, da parte di un giornalista che, come molti dei cantautori che ci illustra, è anche un poeta.

33 GIRI. GUIDA AI CANTAUTORI ITALIANI. GLI ANNI SETTANTA – PAGINAUNO – 2018

 
 

No votes yet.
Please wait...
  • 44
  •  
  •