Recensione di Alberi – Victor Coutard

Recensione di Alberi – Victor Coutard

Alberi, Giunti editore, è un bel libro, interessante, zeppo di informazioni e curiosità che creano il collegamento tra noi e il loro mondo.

Quello degli Alberi.

A lungo considerati semplicemente una merce fonte di profitto, oggi se ne scoprono le capacità comunicative, le sorprendenti potenzialità ecologiche e le molte altre virtù utili per l’uomo e gli esseri viventi in generale.

Questo libro di Victor Coutard, ben illustrato da Yannis Varoutsikos, inizia distribuendo nozioni su cosa esattamente è un albero, la sua struttura e le caratteristiche, il relativo mondo sotterraneo, il suo impianto idraulico e la canopia.

…la canopia è la zona della foresta che corrisponde alla cime degli alberi: l’ultimo strato di fronde. Situato a diverse decine di metri di altezza ed esposta direttamente ai raggi del sole, la canopia è un ecotone, cioè una zona di transizione fra due ecosistemi, la foresta e il cielo aperto.

Alberi è un manuale in cui poter scoprire l’intelligenza delle foglie, le diverse tipologie di infiorescenze, la riproduzione… per arrivare a come si riconosce un albero.

In base al proprio portamento, ma non solo.

Alberi se vuoi lo compri QUI

Dopo di ciò si apre il capitolo più consistente di questo libro, in cui ci sono schede di diversi alberi, in cui ci vengono specificati dati come la famiglia, il numero di specie, la longevità, la corteccia, foglie, fiori e frutti e sempre qualche altra curiosità.

Troviamo così tutto quello che c’è da sapere tra l’Abete Bianco e il Pino Silvestre.

Ma gli uomini nei secoli hanno attribuito agli alberi simboli e miti, molti dei quali ancora da svelare, almeno per me che non sono una studiosa di questa materia.

Il calendario celtico poi ci introduce al tema della corrispondenza che c’è tra data di nascita, il proprio albero e caratteristiche personali.

Secondo questo calendario, l’albero che mi compete è il salice, simbolo di altruismo e luce. Prendo e porto a casa!

Affascinante scoprire le storie degli alberi leggendari, come la gigantesca quercia al centro della foresta di Sherwood, dove trovava rifugio Robin Hood, e i record di alcuni di loro.

C’è l’albero col tronco più voluminoso, il più vecchio, il più alto, il più piccolo, la famiglia più antica…

Non mancano i consigli pratici per piantare e far crescere bene un albero, e ultimo ma non ultimo, lo statuto giuridico degli alberi e della foresta con la Dichiarazione Universale dei diritti dell’albero e della foresta.

Alberi è da leggere accompagnati dalla passione per queste splendide ed importantissime espressioni della natura, da cui possiamo imparare molto, oltre che da tenere a portata di mano per consultazioni rapide.

Poi, dopo averlo letto, usciamo di casa raggiungendo l’albero più prossimo o che più ci ispira ed abbracciamolo.

Può farci solo del bene.

ALBERI – GIUNTI – 2021