Recensione di Donbass La Guerra Fantasma – Sara Reginella

Recensione di Donbass La Guerra Fantasma – Sara Reginella

Donbass La Guerra Fantasma, una citazione:

“Il dolore è rimasto intrappolato tra le costellazioni di proiettili e rami incruditi dal gelo, nei filtri delle maschere antigas, nel cotone delle divise e tra le pagine dei libriccini di preghiera.”

Nel cuore d’Europa, dopo molti anni, un popolo si è sollevato in armi.

Donbass La Guerra Fantasma è reportage narrativo che ci accompagna nella regione del Donbass, sul confine russo-ucraino.

Da sette anni in questa zona è in atto una guerra che i media occidentali hanno reso ormai invisibile. Una vera e propria guerra “fantasma”.

Un conflitto che dal 2014 ha provocato migliaia di vittime e che ha visto l’Ucraina spezzarsi in due.

Da quando le popolazioni del Donbass si sono opposte al colpo di stato ultranazionalista e nazista avvenuto a Kiev, dopo EuroMaidan.

La popolazione delle autoproclamate Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk continua tuttora a scontrarsi con l’esercito ucraino.

Attraversando le terre martoriate del bacino del Donec – tra aeroporti distrutti, villaggi devastati e campi profughi – Donbass La Guerra Fantasma ci mostra la dimensione umana e psicologica di questo conflitto sporco e dimenticato.

Una guerra combattuta da miliziani atipici: gente comune, donne e uomini che si sono opposti al cambio di governo del 2014, da una parte ritenuto un golpe, dall’altra una rivoluzione democratica.

Un reportage che squarcia il velo sulla disinformazione o, peggio, sull’oblio calati sulla resistenza delle Repubbliche Popolari del Donbass e sulle sofferenze della popolazione civile.

La vulgata è quella di una narrazione che vede un governo “legittimo”, quello ucraino, privato di una regione da sempre ricca di industrie e risorse e una Russia che, dietro le quinte, fomenta il fuoco del conflitto.

Le uniche informazioni provengono dai media ufficiali che danno dell’Ucraina un’immagine di un paese democratico, quando invece non lo è affatto.

Donbass La Guerra Fantasma se vuoi lo compri QUI

Il valore del reportage è dato anche dalla descrizione quasi pasoliniana di personaggi, fortemente legati alla propria terra e alle proprie tradizioni, dove l’antinazismo inter-generazionale è il tratto dominante.

Dagli anziani che hanno combattuto le truppe di Hitler nella Grande Guerra Patriottica, fino ai giovani che vivono in piena continuità questo insieme valoriale tramandato dalle precedenti generazioni.

Grazie a questo reportage possiamo viaggiare “dentro” queste terre e queste persone, un mondo descritto con profondità culturale e con grande rispetto del mondo slavo.

Delle sue radici storiche, identitarie, politiche, sociali e spirituali, spesso incomprensibili per noi occidentali.

Ma soprattutto Donbass La Guerra Fantasma rimette al centro ciò che in ogni vicenda storica è centrale per l’emancipazione e la giustizia sociale: l’autodeterminazione dei popoli.

Sara Reginella nasce ad Ancona nel 1980. È una psicologa e una psicoterapeuta, nonché regista e autrice di reportage di guerra, con uno sguardo che mai dimentica le frange socialmente più vulnerabili.

La realtà nel Donbass è più complessa di come viene rappresentata dai media, ma è ignorata.

E, come per altri conflitti “fuori dai radar” (Yemen, Rojava, Myanmar, ma l’elenco è lungo), i civili pagano lo scotto di giochi economici e geo-politici.

Il tema è, purtroppo, universale.

Ma, se i popoli potessero mantenere la propria cultura e la propria consapevolezza, il nome che daremmo al loro paese sarebbe del tutto marginale.

DONBASS LA GUERRA FANTASMA – EDIZIONI EXORMA – 2021