Felici E Imperfetti di Eva Millet, sottotitolo “come smettere di fare gli ipergenitori” è un libro estremamente interessante, di quelli che sicuramente ci fanno riflettere.

Nessuno nasce già pronto per fare il genitore. Nessuno sotto sotto si sente perfetto in questo ruolo fino in fondo. Nessuno è felice di ammetterlo. Ma di fatto i nostri figli sono molto diversi dai bambini che noi eravamo.

Una volta, ma nemmeno tanto tempo fa, i bambini crescevano nella piena libertà di esprimersi, nel loro mondo, impegnavano le giornate tra loro, nei loro giochi e nelle loro attività, comunque lontano dal mondo dei ‘grandi’. All’affermazione “mi annoio, non so che fare” corrispondeva sempre una risposta tipo “trovati qualcosa da fare” e a nessuno di noi bambini di quel tempo veniva in mente di disturbare i grandi.

Oggi è tutto al contrario. La nostra vita, ogni singolo momento della nostra giornata, è programmato intorno ai nostri figli, sempre pieni di un numero imprecisato di impegni. Con un’agenda fittissima di attività, sport, musica, e ogni altra esperienza che noi genitori tentiamo, anche con molti sforzi economici, di fargli vivere. Al solo scopo di renderli i migliori di offrirgli il massimo.

Felici E Imperfetti se lo vuoi lo compri QUI

Così ci siamo trasformati in ‘ipergenitori’ caricando i nostri figli di enormi responsabilità e sicuramente di un’ansia da prestazione che alla loro piccola e giovane età può renderli insicuri e frustrati.

E sì,  perché il rovescio della medaglia, e Felici E Imperfetti lo spiega proprio bene, è questo: il pianificare, il controllare, il difendere a spada tratta i nostri figli li fa crescere più paurosi e incapaci di autonomia, anche un po’ frustrati se per caso non riescono ad essere i migliori o i primi.

Felici E Imperfetti, anche con una punta d’ironia, è una grande riflessione sull’essere genitori e su i nostri errori nel crescere i nostri figli con molte soluzioni per evitare di diventare ‘ipergenitori’ riportate nelle conclusioni della parte finale di ogni capitolo.

Insomma come è scritto:

“noi genitori non dobbiamo preparare la strada per i figli, ma preparare i figli per la strada. Con amore, fermezza e buonsenso.”

Grande regola ed enorme consiglio.

FELICI E IMPERFETTI – LONGANESI – 2019