Recensione di Il Re Degli Stracci – Stefano Vicario

Recensione di Il Re Degli Stracci – Stefano Vicario

Il Re Degli Stracci, è il romanzo d’esordio di Stefano Vicario, noto regista e sceneggiatore.

E’ una storia a tinte noir: l’avvocato Andrea Massimi condivide lo studio prestigioso, ereditato dal padre, con il fratello Giorgio.

I due fratelli non potrebbero essere più diversi: Andrea allegro, espansivo, ma anche infedele e vanesio; Giorgio uomo tutto di un pezzo, quasi rigido, sempre volto al lavoro e al successo.

Andrea vive la vita a pieno, ama la moglie e la figlioletta ma non resiste a mettersi alla prova in numerosi tradimenti.

Ed è proprio una di queste sere, quando Andrea si trova con l’amante, che la moglie e la figlia vengono trucidate nella loro casa.

L’indagine viene presto chiusa come una irrisolta rapina finita male.

In Il Re Degli Stracci, la vita di Andrea precipita nell’abisso più buio.

E per punirsi, perseguitato dai sensi di colpa, abbandona tutto e inizia a vivere da barbone con un gruppo di senza tetto, in un vagone dismesso sui binari della stazione Termini di Roma.

Passa le giornate ubriaco e sconfitto, alla ricerca di una pace che non sembra arrivare fino a quando un giorno, al polso di un trans, riconosce il braccialetto che aveva regalato alla moglie.

Il Re Degli Stracci se vuoi lo compri QUI

Dentro di lui scatta finalmente la voglia di conoscere la verità. Di sapere il nome dell’assassino di sua moglie e sua figlia.

Andrea parte alla ricerca di prove. Segue piste. Inizia a sospettare di persone a lui vicine.

Gli stracci che lo ricoprono, al solito dei begli abiti di un tempo, diventano il suo potere più grande.

Perché può attraversare il mondo senza essere visto. Perché la gente non vuole vedere uno sporco e barbone. Quando lo vede, distoglie lo sguardo e così Andrea può liberamente cercare la sua verità.

Ma la verità può essere dolorosa, può riportarlo alla vita, ma ha il suo prezzo.

Andrea sarà aiutato dai suoi compagni clochard e da Anna, un sostituto procuratore, che dopo tanti diffidenza iniziale, gli crederà fino in fondo.

Tutto sullo sfondo di una Roma che non è solo centro patinato e luminoso ma è anche il buio più squallido dei posti più ignoti.

Ottima lettura e ben organizzata. Consigliata agli amanti del noir che vogliono uno sfondo diverso nella città eterna.

IL RE DEGLI STRACCI – LA NAVE DI TESEO – 2021

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: