Recensione di La Corea Di Kim – Stefano Felician Beccari

Recensione di La Corea Di Kim – Stefano Felician Beccari

La Corea Di Kim, una citazione:

“Ignorare la Corea del Nord è semplicemente impossibile, a partire da una considerazione geografica: è uno dei pochi stati del mondo le cui frontiere terrestri e navali toccano, e molto da vicino, due superpotenze (Russia e Cina) e due potenze regionali, ovvero Giappone e Corea del Sud; sul territorio di quest’ultima, infine, sono stanziati circa 30.000 militari di una terza superpotenza, gli Stati Uniti.”

La Corea Di Kim spiega come il tema della Corea non possa essere derubricato a conflitto perduto della storia, a mero relitto della Guerra fredda o a semplice contesa di dimensione regionale.

La Corea del Nord evoca l’immagine di un paese fuori dalla storia, governato da un dittatore lunatico e omicida.

Nel migliore dei casi quello di Kim Jong Un viene descritto come un regime eccentrico, feroce e cupo nel suo remoto grigiore totalitario.

Ma è davvero così? O non è possibile un esame più lucido della realtà coreana?

Come mai, d’altronde, le più grandi potenze mondiali sembrano prendere tanto sul serio questo staterello circondato da Cina e Giappone?

La Corea Di Kim intende rispondere alle molte domande suscitate dalla Repubblica popolare della dinastia Kim, ripercorrendo la storia della penisola coreana, divisa tra un Sud democratico e “occidentale” e un Nord additato come una delle maggiori minacce per la sicurezza globale.

Per decifrarne le diverse sfaccettature si è deciso di tralasciare la retorica dell’indignazione puntando su una riflessione capace di offrire un quadro completo su storia, geopolitica, avanzamento nucleare, diritti umani e relazioni internazionali.

La Corea del Nord, anche detta il “regno eremita”, rimane un paese sigillato e misterioso.

Se da un lato troviamo la propaganda del regime, volta a esaltare la Corea socialista, i leader – l’attuale, Kim Jong Un e, precedentemente, il padre Kim Jong Il e il nonno Kim Il Sung – e le conquiste ottenute, dall’altro troviamo un Paese definito a priori ostile e pericoloso, tralasciando l’eredità storica e il complesso contesto geopolitico in cui si trova Pyongyang.

La Corea Di Kim se vuoi lo compri QUI

La famiglia Kim, ininterrottamente al potere dalla fine della seconda guerra mondiale, costituisce la prima successione dinastica nella storia dei regimi comunisti, in cui il culto della personalità assurge ad una vera e propria deificazione del leader ed alla formulazione di capisaldi politico-ideologici che rappresentano un unicum proprio della Corea del Nord.

La Corea Di Kim fornisce una attenta e documentata analisi da diversi punti di vista – da quello storico ed economico a quello geo-politico e strategico – della penisola coreana, regalando una lettura erudita ma mai annoiata.

Stefano Felician Beccari, dottore di ricerca in Geostrategia, lavora al Parlamento europeo a Bruxelles.

Le vicende coreane e la loro storia intricata ci hanno abituato negli anni a colpi di scena, dati falsati, parziali o non veritieri, ripensamenti, livelli diversi di cooperazione, chiusura o scontro e, soprattutto, a una grande volatilità di “umori”.

Descrivere scenari futuri per una regione complessa come la penisola coreana rischia di essere un esercizio di azzardo: troppe le variabili, gli interessi ed i players in gioco, tali da rendere oltremodo rischioso formulare delle ipotesi concrete.

Come risolvere il problema della Corea del Nord?

La risposta sembra apparentemente facile.

Non si risolve, si deve gestire.

LA COREA DI KIM – SALERNO EDITRICE – 2020