Recensione di Sul Fondo Del Black’s Creek – Sam Millar

Recensione di Sul Fondo Del Black’s Creek – Sam Millar

Sul Fondo Del Black’s Creek. Un romanzo noir tutto da scoprire. Fino all’ultima pagina, fino in fondo al lago.

Un paesino nello stato di New York. Solita routine, vita che scorre apparentemente tranquilla. Poche anime che presto diventeranno inquiete.

Tommy vive insieme ai suoi genitori. Una mamma austera e protettiva, un papà comprensivo ma dal ruolo scomodo: è lo sceriffo della cittadina.

Sul Fondo Del Black’s Creek se lo vuoi lo compri QUI

L’imperturbabilità di Black’s Creek è però presto sconvolta. Un mostro si è reso responsabile di brutali violenze su alcuni minori. Il mostro ha un nome: Norman Armstrong.

Joey è una di queste vittime. E’ l’amico di Tommy, di Ferro e di Brent. Joey non riesce più a sopportare il peso, è troppo per lui. Il lago della cittadina statunitense lo inghiottirà inesorabilmente.

Armstrong il mostro, il pezzente, il reietto: “Amstrong, quell’essere raccapricciante, era un ricordo fresco nella mia mente. Era lì, in agguato, da qualche parte.”

Ora è l’uomo più odiato di Black’s Creek e i tre giovani lo sanno bene. È caccia aperta all’assassino e i tre giovani firmano il loro patto di sangue.

Un accordo in nome del compianto Joey: “…i Magnifici Tre. I Tre Moschettieri. Fratelli di Sangue Uniti. C’era una promessa nei nostri occhi: non menzionare mai più quella notte disastrosa.”

Tuttavia, la già turbata esistenza di Tommy viene sconvolta dalla comparsa di una figura quasi irreale.

Dal temuto lago emerge una figura celestiale, la dannata Devlin: “Mi stava sorridendo e, d’un tratto, il mio mondo si risistemò. Era più bella che mai.”

La bella ragazza lentigginosa rivoluzionerà completamente la vita di Tommy, fino a stravolgerla: il rapporto con Brent che va a rotoli, quello con mamma Helen che si complica.

Devlin è sensuale, inquieta, sfuggente, capace di far girare la testa al giovane ragazzo: “Era un’esperta nel rendere le persone dipendenti da lei, per poi strappare ciò che aveva dato loro nel momento in cui ne avevano più bisogno.”

Devlin vittima della sua stessa esistenza.

E papà Frank? Lo sceriffo sotto pressione alla continua ed incessante ricerca del colpevole, del mostro: “Lei ha il sangue di quella ragazza sulle mani e la legge non glielo laverà via: mai:”

La tranquilla Black’s Creek troverà l’orribile assassino?

Sul Fondo Del Black’s Creek se lo vuoi lo compri QUI

L’autore, Sam Millar,è un concentrato di sorprese. Colpi di scena a non finire, misteri e segreti. Senza togliere spazio a quella vena di ironia che non guasta.

L’ex volontario dell’esercito repubblicano irlandese fa nuovamente centro. I suoi romanzi rapiscono, tengono incollato il lettore fino all’ultima riga. Sul Fondo Del Black’s Creek non fa eccezione.

Complicato non immedesimarsi nel piccolo Tommy, difficile non assecondarlo in questa avventura così buia. Un’odissea dove paura e coraggio vanno a braccetto. Come nella vita.

“La notte appartiene ai mostri. Io ero un mostro o un supereroe?”

SUL FONDO DEL BLACK’S CREEK – MILIEU EDIZIONI – 2022

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: