Sistema E Antisistema di Boaventura De Sousa-Krenak-Silvestre – Recensione

Sistema E Antisistema di Boaventura De Sousa-Krenak-Silvestre – Recensione

Gli articoli del saggio Sistema e Antisistema  si interrogano sull’avanzata delle destre nel mondo, sul crollo ideologico della sinistra e sulle risposte rintracciabili all’interno di questa enorme “groviera” che è la politica internazionale. I cui buchi, forse, possono essere sanati solo riconoscendo le differenze, le storie, le soggettività dei popoli.

«La crescita globale dell’estrema destra ha conferito nuova importanza al concetto di antisistema in politica. Per capire cosa sta succedendo, è necessario tornare indietro di qualche decennio. In un testo simile non è possibile rendere conto conto di tutta la profondità politica del periodo. Le generalizzazioni risulteranno certamente azzardate e le omissioni non mancheranno. Tuttavia è necessario adempiere a questo compito a causa dell’urgenza di dare un senso a ciò che a volte, sembra non averne alcuno.»

In Sistema E Antisistema vengono elaborate alcune visioni critiche sull’attuale dialettica politica globale. Quanto, dalla caduta del muro di Berlino del 1989, la schematizzazione dualistica “destra e sinistra” si sia evoluta verso un mostro a più teste.

Il sistema è quel tutto coerente-completo che garantisce un equilibrio tra le parti, identificabile come un unicum di diritti sociali, rappresentazione politica e prosperità economica. Tutto ciò che tende ad alterare o distruggere il sistema è antisistemico. Posto ai margini e con potere corrosivo.

Fino al 1989 era ben chiaro cosa fosse “sistema” e cosa no. Caduto il muro, l’entropia politica che è seguita ha messo in discussione le carte in tavola.

La democrazia cresciuta, dopo la caduta del nazismo e del fascismo, ha lasciato il posto o si è mimetizzata completamente con il capitalismo. E da quel momento, delimitare ciò che è antisistema si è fatto sempre più complesso.

Sistema e Antisistema se vuoi lo compri QUI

«Dal 1989 in poi, la democrazia è stata subordinata al capitalismo e difesa solo nella misura in cui tutelava gli interessi del capitalismo, la cosiddetta “market friendly democracy”… Poiché l’obiettivo principale è dunque la difesa del capitalismo, ogni volta che la borghesia nazional/internazionale lo consideri in pericolo la democrazia deve essere sacrificata»

Assistiamo così a un’avanzata significativa dei movimenti antisistemici di destra che, complice la trasformazione progressista della sinistra antagonista, trovano la strada libera. Dopo il 1989 i gruppi di estrema destra sono aumentati coinvolgendosi in campagne retoriche, inserendosi sempre di più nelle istanze politiche dei governi.

In Sistema E Antisistema, Silvestre, Krenak e De Sousa mettono in evidenza come la democrazia liberale schiacci quelle comunità, che non possono e non vogliono godere dei privilegi sbandierati dalle politiche attuali. Raccontando in special modo la condizione di molte popolazioni indigene dell’America Latina. E soffermandosi sull’avanzata degli estremismi di destra, vedi il caso colombiano o brasiliano.

«Quando la caduta del muro sembrava tumulare sia il socialismo sovietico che la social democrazia, emergeva una forma ancora più letale di sistema capitalista incarnato nel neo-liberismo. Il capitalismo mutante è diventato un mostro ancora più devastante e una parte significativa della sinistra ha tentato un’azione disperata di invertirne la mutazione, invece di investire le proprie forze per sconfiggerlo.»

Questo saggio ha il potere di delineare con chiarezza l’attuale status della politica internazionale. De Sousa, Krenak e Silvestre mettono in connessione, attraverso mappe concettuali: le speranze, i desideri di lotta di di ogni popolo su questa terra. Che il capitalismo ci abbia ingannato ormai è evidente. Meno evidente è come riprenderci da questo inganno.

«È possibile e urgente costruire congiuntamente un progetto davvero antisistemico, un progetto che metta in discussione i fondamenti del capitalismo, le sue logiche e le sue molteplici sfaccettature, comprese quelle dell’estrema destra e dei fascisti, compreso lo sviluppo industriale, agro-industriale e idro-industriale»

Sistema e Antisistema se vuoi lo compri QUI

SISTEMA E ANTISISTEMA – CASTELVECCHI – 2022

Lascia un commento