Recensione di Atlante Di Geogastronomia – M. Liverani

Recensione di Atlante Di Geogastronomia – M. Liverani

Atlante Di Geogastronomia è l’evoluzione culinaria della parola ‘atlante’.

Stavolta non leggeremo solo di mappe geografiche ma di cibi che rappresentano il mondo.

In Atlante Di Geogastronomia andremo alla scoperta del nostro mondo attraverso il cibo e ne impareremo anche la storia.

“I cibi di mondo non hanno pregiudizi e hanno un cuore generoso.”

Se c’è qualcosa che unisce le genti di qualunque razza o credo o religione è proprio il cibo. Niente è più accomunante di un piatto particolare che stuzzica il palato e la nostra curiosità.

“Il cibo è un mezzo di conoscenza reciproca e di aggregazione, è il più antico e moderno dei social network: basta una tavola apparecchiata a scatenare una relazione. Il cibo è un linguaggio universale che non ha bisogno di traduzioni, è un passaporto che ti apre il mondo.”

Non bisogna parlare la stessa lingua per preparare un buon piatto infatti, ma sicuro che le emozioni scatenate in seguito saranno condivise e uniranno più di mille discorsi appassionati.

Atlante Di Geogastronomia se vuoi lo compri QUI

Prima di tutto andremo alla scoperta di cibi noti a tutti: pane, pizza, pasta, pollo, riso e caffè.

Ne scopriremo gli usi e i metodi di preparazione che hanno nelle varie regioni del mondo. Scopriremo la storia che a volte si fonde con la notte dei tempi per diventare più consapevoli e più soddisfatti al prossimo assaggio.

Passeremo poi al capitolo dedicato alle ‘Pratiche culinarie’. Da dove proviene il nostro modo di cucinare e come sono le differenze di cucina da una nazione a un’altra o da un continente a un altro?

Lo scopriremo leggendo i sottocapitoli dedicati al ‘Cucinare’, ‘Condire’, ‘Conservare’ e ‘Inventare’.

“E’ un mondo che si ispira alla natura e alla necessità, e la natura e la necessità non discriminano, poiché il cibo è un piacere e un dovere di tutti, come lo sono la terra, il mare, il cielo.
Ed è il modo in cui ne godiamo che rende la vita degna di essere vissuta.”

Infine, dopo aver letto dei cibi e del rapporto con noi, andremo alla scoperta di un capitolo denso di fascino dal titolo di ‘Rituali e appetiti’.

Andremo alla scoperta infatti dei ‘Digiuni’, dei ‘Convivi’ e dei ‘Sentimenti’. Mischieremo quindi il pensiero al gusto.

“Mangiare il cibo di chi ha una cultura diversa è più facile che decodificarne la lingua, anche per questo la cucina è considerata uno strumento fondamentale per la mescolanza degli usi e dei costumi.”

Essendo un atlante non mancano le cartine geografiche con le indicazioni del cibo di appartenenza, delle influenze e delle differenze tra le tante zone del mondo e delle culture collegate.

Il libro di Martina Liverani è inoltre pieno di splendide immagini che ne caratterizzano la narrazione indicando i cibi e le comunità a esso collegate.

E’ un regalo perfetto per un appassionato di cucina e di culture dal mondo.

ATLANTE DI GEOGASTRONOMIA – RIZZOLI – 2020