Siamo stati alla Presentazione di Grills Italy, il nuovo libro di Steven Raichlen. In un posto incantevole come quello del Divinity Terrace di The Pantheon Iconic Rome Hotel, dove una terrazza panoramica si affaccia sui tetti del centro di Roma. La serata non poteva cominciare con un migliore auspicio.

Ci presentiamo alle 17.30 e la sorpresa è che Steven Raichlen è già lì ed è disponibile a foto, interviste e scambi di battute.

E’ un tipo simpatico, mite, molto alla mano che ama stare tra le persone e probabilmente anche stare in Italia. Sembra incantato dal panorama, tra cupole di chiese e attichetti pittoreschi che solo a Roma puoi trovare.

L’organizzazione del Gambero Rosso è impeccabile. Affianca alla presentazione una degustazione di birre, selezione di bollicine e la possibilità di rinfrescarsi con acqua ghiacciata visto il sole che caratterizza questo classico pomeriggio romano di fine giugno.

Stiamo aspettando l’inizio quando quasi per caso ci si avvicina uno chef. E’ Francesco Apreda che vuole fare una foto al libro, già in mano nostra di Grills Italy. Si approccia con tanta modestia e semplicità che solo assaggiando le sue creazioni a fine Presentazione di Grills Italy, ci renderemo conto che è lui.

Grills Italy se vuoi lo compri QUI

Finalmente siamo pronti per iniziare e Steven ci racconta la genesi del libro. Di come quel soprannome ‘Il mago del barbecue’ lo abbia preceduto in Italia, prima ancora d’intraprendere quel viaggio che in dieci tappe lo vedrà scoprire fantastiche usanze culinarie da Venezia fino a Firenze.

E’ stato questo lo scatenante del viaggio, ovvero l’interesse che gli appassionati italiani di barbecue gli hanno riservato fino da subito.

In quel viaggio scoprirà numerosi aneddoti sulla nostra cucina e su quella in particolare che affronta in ogni tappa.

Raichlen parla un buon italiano, ha anche la traduttrice che come noi lo ascolta affascinata.

Tra i tanti ricordi collegati al viaggio di Grills Italy ci racconta quello di un girarrosto molto veloce, visto e usato in Toscana da Paolo Parisi della azienda agricola Le Macchie. La velocità permette al girarrosto di far colare meno grasso sulle braci e di glassare maggiormente la carne in cottura. Un espediente ingegnoso e sicuramente molto gustoso.

Ci racconta anche di un maialino cotto nella terra. Un’esperienza vissuta nella Bassa Parmense con Massimo Spigaroli de L’Antica Corte Pallavicina. Una storia che solo a sentirla si viene rapiti dalla curiosità di provare a ripetere la cottura tanto particolare, ma anche, a detta di Raichlen, tanto complessa.

Si prosegue con i vari incontri di chef come a Venezia, dove in una terrazza magnifica come la Terrazza Danieli, cucina e brinda con Dario Parascandolo. O come a Vicenza dove incontra Lorenzo Cogo di El Coq.

Dalle suggestioni del viaggio si passa a parlare del personaggio di Steven Raichlen e di cosa lo ha colpito in Italia.

Il nostro stupore di italiani, per esempio, di quando cucina direttamente una bistecca sulle braci senza usare il grill. E chi è che non stupirebbe?

E di come gli italiani siano per la cosiddetta cottura ‘diretta’ ovvero sopra le braci (la cottura indiretta è accanto alle braci e spesso con un coperchio che copre il barbecue per trattenere calore). Cuociamo la carne un po’ più indietro degli americani, loro infatti la preferiscono con la crosta più formata. E di come siano più scenografici di noi. Beh, gli americani hanno il cinema nel sangue e quindi anche in cucina non sono da meno.

La presentazione è asciutta e senza troppi fronzoli, coadiuvata da Pina Sozio. Diverte e ci racconta quel mondo del barbecue che attraverso Steven Raichlen riesce a mostrarsi variegato e più interessante di un semplice pezzo di carne su una griglia che brucia per i carboni accesi.

Dopo la presentazione, Francesco Apreda ci mostra la sua cucina e il suo tandoori, un tipico forno indiano perfettamente riprodotto sulla terrazza del The Pantheon Iconic Rome.

Il sole tramonta insieme alla presentazione su questa splendida terrazza. E’ l’ora di andare via e conservare uno splendido ricordo romano della Presentazione di Grills Italy.

Gli inviati Giorgia Viti (con Grills Italy) e Andrea Paolucci (con Steven Raichlen)