Quando ho scoperto l’esistenza di Contagiati, libro uscito in tempi non sospetti, poco prima del letale abbraccio alla Terra del Covid-19, sono rimasta sbalordita.

Contagiati è un libro di racconti, dodici per esattezza, tutti con un unico solo e indissolubile filo conduttore: il virus.

Il virus con le sue sfaccettature, dinamiche e conseguenze.

Un virus che si è diffuso sull’intero pianeta, che cambia tutto, che costringe a modificare la propria vita in sua funzione.

In questo libro ho ritrovato parte di ciò che stiamo vivendo sulla nostra pelle, che si sta facendo sempre più spessa.

La quarantena, l’isolamento delle persone care, la malattia che si palesa con forza crescente, la paura del prossimo, le tute protettive, i dottori, la ricerca dell’escamotage per sopravvivere.

Mi viene da pensare se la solitudine sia poi così differente dalla morte. Nessuno ti parla. Per gli altri non esisti. Da vivo sei pure d’intralcio. Una persona scomoda. Un untore.

Contagiati se vuoi lo compri QUI

In Contagiati ogni racconto è diverso, perché sono molto diversi tra loro i protagonisti, le ambientazioni, le situazioni che Andrea Mauri sceglie di mostrarci e farci vivere.

Come se, una volta infettato l’intero globo terrestre, noi potessimo andare a dare uno sguardo di qua e di la, cercando di osservare ciò che accade.

E quello che accade è una vera escalation di epidemia, con il virus che andando avanti con le pagine si fa sempre più letale.

L’ultimo capitolo, uno dei miei tre preferiti, ci rende indietro il respiro offrendoci una “terapia”, una via di salvezza.

La scrittura.

Se scriverete non vi accadrà nulla, se scriverete qualcosa di umano anche voi, vi salverete dal vostro destino arido. Chiaro?

C’è qualcosa di primordiale in questo libro, e forse è proprio questo che fa un virus che miete vittime così brutalmente e a tappeto, ci riporta al nostro stato iniziale.

Per poi, per chi rimane, ripartire!

Contagiati è il libro giusto al momento giusto.

Mi resta solo da capire come Mauri avesse previsto tutto.

CONTAGIATI – ENSEMBLE – 2019