Recensione di Dove Sei, Mondo Bello – Sally Rooney

Recensione di Dove Sei, Mondo Bello – Sally Rooney

Dove Sei, Mondo Bello, ultimo romanzo di Sally Rooney, è un’opera schietta, sincera, che scorre via coinvolgendoci, commuovendoci e perché no anche irritandoci.

Quando la verità investe i personaggi, le loro simpatie, antipatie, difetti, paure, vezzi diventano anche un po’ i nostri.

In Dove Sei, Mondo Bello, a incontrarsi e incrociarsi sono le vite di Alice, Eileen, Simon e Felix.

In una Dublino contemporanea, Alice e Eileen sono amiche. L’ una scrittrice affermata, l’ altra segretaria di redazione in una casa editrice. Sono cresciute insieme, condividendo molto sotto il profilo affettivo. Un rapporto importante e significativo che nel tempo si è dovuto scontrare con le zone d’ ombra di ciascuna.

A equilibrare e rendere la loro amicizia speciale c’è Simon. Poco più grande, inizialmente amico di infanzia di Eileen, negli anni diventa una presenza insostituibile per entrambe.

Dove Sei, Mondo Bello se vuoi lo compri QUI.

Un fitto scambio di mail tra Alice ed Eileen ci conduce attraverso le loro storie. Attraverso il passato e il presente. Con numerosi salti temporali ne scopriamo le esperienze, le fragilità. Quando il ricordo si fa doloroso. Magari intenso.

In Dove Sei, Mondo Bello pagina dopo pagina comprendiamo anche la vera natura del legame tra Simon ed Eileen. Il loro prenderne consapevolezza con lentezza. Cercandosi, evitandosi. A volte vicini, a volte lontani chissà se per sempre o per il tempo di un capitolo.

Irrompe nelle vite dei tre, specialmente in quella di Alice, diventando suo partner: Felix, il quarto “personaggio incognita” di questo formidabile intreccio narrativo. La sua presenza apre molti interrogativi su come stare in una relazione. Intrecciandosi con le esistenze di tutti i protagonisti.

Dove Sei, Mondo Bello è un romanzo che volge uno sguardo profondo alla nostra epoca. E lo fa con arguzia, modernità e ironia. La bellezza è la verità di non definirsi. Mai. Lasciarsi aperte delle porte. Ed è bello osservarlo con gli occhi di Alice, Eileen, Simon e Felix.

«A volte penso alle relazioni umane come a qualcosa di morbido tipo la sabbia o l’acqua, cui diamo forma versandole in un determinato recipiente. Così la relazione di una madre con una figlia andrà a occupare un recipiente etichettato come “madre e progenie”, e la relazione assumerà i contorni del suo contenitore e in esso verrà contenuta nel bene e nel male. Magari certe amiche infelici sarebbero state perfettamente appagate come sorelle, o certe coppie sposate come genitori e figli chissà. Ma come sarebbe costruire una relazione senza alcun tipo di forma prestabilita? Limitarsi a versare l’ acqua e lasciarla cadere…»

DOVE SEI, MONDO BELLO – EINAUDI – 2022

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: