Gratitudine è un libro necessario per il progresso del mondo. Cita e racconta il Green New Deal, del quale noi siamo ampi sostenitori, e solo per questo andrebbe letto e apprezzato.

E’ un libro profondamente empatico perché pone il lettore al centro di un viaggio, di una rivoluzione, che lo vede come fautore delle sorti del mondo.

Forse sembra troppo invece è così.

In Gratitudine scopriamo tutti i limiti dell’attuale ‘Sistema mondo’ e ne traiamo vantaggio perché l’informazione reale porta a una vita di consapevolezza.

Così l’autore ci descrive qualcosa che sembra incredibile, ovvero che l’immagine che abbiamo del mondo, e che ci forniscono i media, si discosta dalla realtà delle cose. Ecco perché dovremmo informarci sempre, ecco perché dovremmo leggere di più e in ogni direzione.

D’altronde noi qua a Rock’n’Read lo diciamo a gran voce che la lettura è la prima risposta all’ignoranza. E di conseguenza quindi, anche l’informazione.

Se si è informati si è meno deboli a qualunque manipolazione di sorta. Ci si allontana da quel mondo che crea distacco, odio, muri e diseguaglianze.

“Oggi viviamo in un tempo così accelerato che i mutamenti avvengono quasi in tempo reale, in un qui e ora che non ci consente di rimandare nemmeno le profezie.
Quello che sembrava soltanto probabile potesse accadere entro il 2045 è oggi praticamente sicuro già per il 2030, e le previsioni sul futuro si confondono quasi regolarmente con la realtà già in corso.”

Gratitudine quindi è un cambiamento verso una vita positiva. Come vivere al massimo il nostro tempo sulla Terra. Se siamo grati possiamo essere anche più ricettivi per tutto quello che ci accade quotidianamente.

Se dal particolare passiamo al generale ci rendiamo conto che essere grati vuol dire anche salvaguardare il nostro amato pianeta.

Gratitudine se vuoi lo compri QUI

E lo si può fare per esempio partendo da 7 parole che cominciano con la P, ovvero:

Person, People, Partnership, Profit, Prosperity, Planet e Peace.

Tramite queste parole possiamo costituire un nuovo ordine delle cose che preveda un mondo giusto e variegato, con una ridistribuzione delle risorse e permetta la prosperità a tutti gli esseri umani. Non può essere applicato senza una collaborazione globale e senza una pace consapevole e incondizionata.

E’ una proposta bellissima e in base all’attuale sistema economico e finanziario mondiale, l’unica realmente sostenibile in futuro.

Se non cambieremo le sorti del nostro mondo, esso, come ampliamento successo in passato, o anche nel presente con il Covid-19, ci costringerà a cambiamenti drastici dettati da emergenze senza precedenti. Dove la sopravvivenza non sarà così scontata.

Il modello delle sette P pone le basi quindi per una nuova economia, che va oltre la già sentita economia circolare, e si distende abbracciando l’intero pianeta in un’economia sferica.

Quel marketing benevolo raccontato da Seth Godin può diventare un credo per i brand per iniziare a seguire vocazioni collegate al business. Perché potrebbero diventare, e in parte già lo sono, più influenti e più credibili dei politici. Anche di quelle nazioni più blasonate ed etichettate come molto civili. Insomma, possono affermarsi come voci molto autorevoli. Esempi da seguire, quindi.

“Al centro dell’economia sferica c’è la ricerca sull’essere umano, perché l’essere umano è il fulcro della creazione e nell’essere umano c’è tutto il necessario per rappresentare simbolicamente il resto del cosmo e del creato.”

Un’evoluzione quindi che porti a un nuovo mondo. Un pensiero che se sfruttato fino in fondo può apportare profonda felicità al genere umano.

GRATITUDINE – MONDADORI ELECTA – 2020