“Questo è un libro basato sui fatti!” e ha inizio in Francia e dai francesi, che sono gli abitanti della Francia.

Ed è proprio dalla Francia  che proviene la Statua della Libertà.

L’America doveva ancora compiere i suoi primi cento anni quando un bel giorno qualcuno ebbe l’idea di regalargli, per il suo primo centenario, una bella statua.

L’artista Frédéric Auguste Bartholdi la progettò, dal modellino ai novantadue metri.

Il Suo Piede Destro se lo vuoi lo compri

In Il Suo Piede Destro molte sono le curiosità che con poche semplici righe e con delle bellissime illustrazioni ci conducono alla scoperta di come una delle statue più famose e rappresentative dell’intero pianeta sia stata pensata, realizzata e posizionata.

Fino ad arrivare ai giorni nostri.

Una cosa che non sospettavo neanche è che fu prima montata a Parigi nella sua interezza e vi rimase per quasi un anno.

Correva l’anno 1884.

Quando fu smontata, trasportata in 214 casse e rimontata, la statua della Libertà era marrone.

È fatta in rame, quindi è marrone. Quel marrone che si ossida e diventa verde. E così è stata per trentacinque anni, poi dal 1920 tutti la videro verde.

La trasformazione era avvenuta.

Le curiosità sembrano non esaurirsi leggendo e sfogliando questo libro che è davvero bello, per i bambini sicuramente ma anche io ne sono rimasta affascinata, totalmente rapita.

L’interno della Statua è stato progettato da Eiffel (sì quello della torre Eiffel) e Thomas Edison (sì quello della lampadina) voleva installarci un enorme grammofono, come per farla parlare.

Ma era troppo avanti come idea e non venne accolta.

L’intera narrazione in realtà si concentra ad un tratto sul focus del libro: la gamba destra.

Il Suo Piede Destro se lo vuoi lo compri

La Statua ha la gamba destra in movimento, il piede alzato, si sta muovendo.

“Se la Statua della Libertà è un simbolo, appunto, di libertà, se la Statua della Libertà ha accolto milioni di immigranti negli Stati Uniti, allora come può restare ferma?

Dopotutto, anche la Statua della Libertà è un’immigrata. Ed è per questo che si muove. È per questo che cammina. Per accogliere chi è povero, chi è stanco, chi lotta per respirare libero.

Non si accontenta di aspettare.

Deve andargli incontro in mare aperto.”

Qualcuno lo spieghi a Mr Trump, forse con l’aiuto delle illustrazioni lo capisce pure lui.

IL SUO PIEDE DESTRO – MONDADORI – 2018

 

 

  • 3
  •  
  •