Instagram Non E’ Fotografia è un viaggio in uno dei social più apprezzati al mondo.

E’ una piattaforma che tramite foto e video con didascalie trasmette emozioni.

In Instagram Non E’ Fotografia scopriremo tutti i segreti di Instagram.

Si sviscera ogni singolo componente. Dalla creazione di un account a una strategia vincente per sfruttarlo in ambito lavorativo e personale.

Dagli albori della coniazione del nome formato dalle due parole ‘instant’ più ‘telegram’ fino ai giorni nostri.

Si passa da un semplice scatto fatto con lo smartphone alla filosofia che può esserci dietro un qualsiasi click.

Non è una semplice guida dalla A alla Z, sia chiaro da subito, perché l’autore Francesco Mattucci è un esperto navigatore del social. Ha ottenuto e ottiene successi con i suoi profili. Con generosità racconta trucchi e segreti per usarlo nel modo più proficuo.

E’ spiegato per esempio il ‘fatato’ mondo degli hashtags, ovvero parole con un cancelletto davanti (#) che permettono a un post di farsi notare.

Instagram Non E’ Fotografia se vuoi lo compri QUI

C’è la narrazione, quella che gli inglesi chiamano ‘narrability’. Senza il giusto racconto quotidiano, e di insieme, il cosiddetto ‘piano editoriale’, il nostro profilo non è a fuoco con noi stessi.

E’ questo il concetto chiave di Instagram Non E’ Fotografia, ovvero bisogna mirare a un obiettivo non solo quando si fa la fotografia (o il video) ma anche quando si posta sul proprio account.

Una logica d’insieme che permette a ognuno di noi di rappresentarci quando un visitatore visita la nostra pagina e che aiuti a convertire il visitatore poi in ‘follower’.

Sono riportati numerosissimi esempi di profili di successo, aziendali e personali, che diventano validi aiuti nelle tante sfumature del personal branding.

Già, perché con l’avvento dei social, la pubblicità (e quindi la comunicazione) non è stata più la stessa. Tutti abbiamo la possibilità di sponsorizzarci e metterci ‘in vetrina’.

Le stesse grandi aziende hanno iniziato a esporsi in maniera più approfondita perché il mercato è cambiato. Oggi se non ci metti la faccia rischi di diventare anonimo rispetto alla concorrenza che lo fa.

Manuali come questo insegnano come comportarsi on-line prima di compiere errori prevedibili dovuti all’inesperienza. Il più grande insegnamento è rappresentato dalla progettazione dell’account con una prima scorta di contenuti che lo varino nel migliore dei modi.

Insomma non buttarsi a occhi chiusi ma imparare prima a tuffarsi in un mondo variegato e apertissimo alla creatività per poi scegliere come approcciarsi al grande momento del debutto.

Come scrive anche l’autore.

“Con questo libro ho voluto fornire una struttura e dei punti di riferimento per orientarsi e comprendere come trovare un approccio adeguato e quindi funzionale al contesto Instagram, che si presenta sempre più specifico, settoriale e lontano dalla semplicistica etichetta di strumento di “divertimento”.”

Il libro è un valido alleato per la persona che ha mire di ‘influencer’ fino alla grande azienda che vuole rivoluzionare la propria comunicazione.

Ce n’è per tutti, insomma, in Instagram Non E’ Fotografia.

INSTAGRAM NON E’ FOTOGRAFIA – DARIO FLACCOVIO EDITORE – 2020