Recensione di Poke – Manuela Vanni

Recensione di Poke – Manuela Vanni

Poke ha come sottotitolo “ricettario facile e gustoso per creare poke bowls di pesce, carne e veg”. Intende quindi fare conoscere questo piatto nella sua interezza.

Cosa significa questa parola che ha conquistato tavole calde come grandi ristoranti per la semplicità e l’efficacia della proposta? Si pronuncia “poh kay” ed è una parola hawaiana che vuol dire letteralmente “tagliare a pezzi”. Ecco svelate quindi già le origini di un piatto completo e alla portata di tutti.

In Poke andiamo alla scoperta dei segreti della composizione della pietanza vera e propria. Come anche suggerisce il sottotitolo, avremo un’ampia gamma di scelta per spaziare nelle preparazioni e negli accostamenti. Infatti, ogni proposta ha un farinaceo di accompagno per rendere il pasto completo.

“Cosa si riduce a bocconcini? Per lo più pesce, in particolare il tonno – chiamato “ahi” – e la lampuga detta “mahi mahi” ma anche salmone, sgombro e tutta la famiglia di pesci, crostacei e molluschi disponibili.”

E’ partito come una sorta d’insalata nelle tavole hawaiane per conquistare tutto il mondo con nuovi vestiti interculturali. La sua varietà attuale spazia in ogni dove per raggiungere più palati possibili. Da noi è abbinato col riso ma non è sempre così perché il piatto si modula in base alla cultura che lo prepara. Rendendo così il poke un piatto estremamente versatile e duttile ai cambiamenti geografici.

Poke se vuoi lo compri QUI

Cosa lo rende tanto speciale quindi? Innanzitutto la presentazione con una “tavolozza” di colori allegri e invitanti. Dopo la vista, passiamo al palato dove avremo una proteina primaria e una secondaria, frutta e verdura di accompagno, un ingrediente croccante per incentivare la masticazione e un condimento liquido o in polvere. Un’opera culinaria perfetta se la guardi dal punto di vista nutritivo ma anche da quella della presentazione in tavola.

“Il risultato finale sarà una sinfonia irresistibile per il palato. Una volta presa dimestichezza con gli ingredienti, le tecniche e i sapori, sarete in grado d’inventare anche le vostre ricette.”

Già perché in Poke dopo l’esposizione degli ingredienti, scopriremo come costruire il nostro piatto. Per poi passare alla composizione tramite una quarantina di ricette. Ogni ricetta ha gli ingredienti ben espressi e la spiegazione chiara per creare il nostro piatto.

Il libro è molto facile da consultare e il ricettario molto vario e ben allineato ai tanti gusti dei lettori. E’ un ottimo regalo per l’amico/a in cerca di preparazioni speciali dai sapori ammalianti ma di facile composizione.

POKE – GIUNTI – 2022

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: