Recensione di Taste Of Roma – Foro Italico – Roma

Recensione di Taste Of Roma – Foro Italico – Roma

Mercoledì 6 luglio siamo stati all’inaugurazione della kermesse Taste Of Roma 2022 (clicca QUI per il sito ufficiale), la manifestazione capitolina che fino a domenica 10 luglio anima il Foro italico all’insegna dell’eccellenza enogastronomica, dell’inclusività e dell’healthy living.

(scatti di Gabriela Saraullo – cliccare sulle immagini per ingrandirle)

Particiolare Taste Of Roma
Presentazione Taste Of Roma

L’area prospiciente lo Stadio Olimpico, ampia e capace di contenere comodamente tutti gli stand e le postazioni, ha ospitato il ritorno di Taste dopo ben due anni di assenza per le note vicende pandemiche.

Particolare Taste Of Roma

Nell’area “In cucina da me” by Miele erano in programma lezioni di cucina per 6 persone, chiamate a realizzare semplici ricette gustose, facilmente replicabili a casa. I turni previsti erano quattro, uno ogni ora, della durata di 30 minuti ciascuno.

Brindisi Inaugurazione con Stefano Callegaro

Abbiamo partecipato alla cooking class con Ruben Bondi, coadiuvato da Stefano Callegaro – già vincitore di Masterchef 4 – per la creazione di un Tiramisù scomposto con gelato al caffè e gelatina al Baileys.

Preparazione Tiramisù Scomposto
Tiramisù Scomposto 2
Tiramisù Scomposto 3

Esperienza che si è rivelata coinvolgente e piacevolissima, grazie all’abilità, alla simpatia ed alle doti istrioniche dei due chef.

Ruben e Stefano
Ruben e il Tiramisù Scomposto

Il primo giorno di Taste Of Roma, inoltre, per quanto riguarda le postazioni ristoranti a rotazione, ha ospitato Giulia Restaurant e Sintesi, presenti alla manifestazione con piatti tutti da provare.

Menù Giulia Restaurant

Proprio alla postazione di Giulia Restaurant (clicca QUI per il sito ufficiale) siamo stati ospiti dello chef Alessandro Borgo, che ci ha fatto assaggiare piatti clamorosi per gusto e inventiva.

Con lo chef Alessandro Borgo

Tra questi, un Bollito croccante, scapece di cozze e karkadè in grado di solleticare tutte le papille gustative e un Casatiello burro, marmellata di peperoni e alici capace di evocare reminiscenze come il tempo perduto di Proust.

Bollito croccante, scapece di cozze e karkadè

Una cucina, la sua, attenta a una tradizione venata da contemporaneità, dotata di sensibilità magistrale nei dosaggi e negli accostamenti. Chapeau!

Erano ancora presenti, con altrettanti invitanti piatti dei loro menu, otto ristoranti fissi. Tra questi, Acquasanta, Acquolina, Adelaide al Vilòn, Aede, Campocori, Carter Oblio, Idylio by Apreda (una stella Michelin), La Pergola Hotel Rome Cavalieri (tre stelle Michelin).

Si è notata una calorosa partecipazione del pubblico che ha rivelato una gran voglia di normalità, meglio se accompagnata da ottimo cibo e stuzzicanti etichette.

Da menzionare i wine corners di Trimani e Buccone, con una gamma di vini adatta a soddisfare qualsivoglia palato.

Molto carini inoltre la VIP Lounge by Molinari con una bella terrazza vista Stadio dei Marmi e il Baileys Light Garden, ove abbiamo assaggiato il Deliciously Light, una nuova versione dell’inconfondibile crema whiskey con il 40% di calorie in meno.

Vip Lounge by Molinari
Baileys Light Garden

Il mood e l’allestimento dell’evento ci sono piaciuti molto, e cogliamo l’occasione per ringraziare l’Ufficio Stampa Bortolan & Carnevali per il cortese invito.

TASTE OF ROMA – FORO ITALICO – ROMA – 2022

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: