Il Cucchiaio D’Argento è un vangelo nella religione della cucina italiana.

Un monumento da esporre comodamente nella libreria di casa e consultare ogni volta che abbiamo fame.

In Il Cucchiaio D’Argento abbiamo racchiusa la storia italiana passata, presente e futura della cucina.

Non è un ricettario come gli altri. E’ un’esperienza complessa che ci accresce ogni volta che lo sfogliamo per arricchire le nostre pietanze.

Parliamo di duemila ricette. Un lavoro magistrale in ambito gastronomico e lungo settant’anni.

Siamo infatti giunti alla undicesima edizione che vanta ben sette decadi dalla prima del 1950.

Come quei manufatti che oltrepassano il tempo e rivivono ogni volta che un artigiano li impreziosisce di nuove sfumature lasciando intatta la tradizione che rappresentano.

In questa nuova edizione sono stati perfezionati veste grafica e immagini, le ricette sfruttano le giuste poche parole ed emanano semplicità e facilità di apprendimento. Il colore principale è tornato il blu. Un chiaro omaggio agli esordi.

Così scrive il direttore editoriale Tatjana Pauli.

“Fedele alla tradizione, si propone come compagno immancabile in cucina, capace di guidare i principianti attraverso le basi della gastronomia e di accompagnare anche i più esperti con piatti adatti a chi ama sperimentare tecniche nuove o abbinamenti inconsueti.”

Il Cucchiaio D’Argento se vuoi lo compri QUI

Non si parla infatti del consueto ‘ricettario della nonna’ ma di una guida al passo coi tempi della cucina italiana che rispetta le radici e guarda comunque sempre avanti.

“Questo Cucchiaio D’Argento è uno scrigno prezioso. Racchiude tutta la sapienza della cucina di casa più autentica, miscelata con passione e un pizzico di immaginazione, una fonte di ispirazione a cui attingere, cibo per il corpo e per la mente.”

C’insegna anche ad abbinare i vini, altro nostro grande patrimonio che crea un connubio indissolubile con la cucina italiana.

Ci racconta come comporre la nostra cucina prima di parlarci di ricette. Ci spiega come scegliere i ‘ferri del mestieri’.

Ci prepara insomma a leggere le ricette e a trasformarle in deliziosi piatti che sappiano esprimere anche la nostra creatività.

Non c’è una statica visione del piatto ma si percepisce l’evolversi che ha avuto nel tempo e come si può rendere ancora più gustoso.

Sughi, ragù, qualunque tipo di preparazione, per poi passare alle pietanze, tutto rigorosamente fedele a quello che si mangia in tavola in ogni regione italiana.

Mette fame solo ad aprirlo e le immagine compiono il resto. Non si vede l’ora di iniziare. In questo periodo per esempio, ci sono i funghi e allora ci dedichiamo a scorrere le tantissime ricette dedicate.

E visto che è domenica ci dedichiamo a onorare la tradizione con un pranzo di tutto rispetto: Fettuccine alla boscaiola, Faraona ai funghi porcini e dulcis in fundo, bignè ai funghi.

Il Cucchiaio D’Argento è un prezioso alleato, un compagno di vita diciamolo, e un aiutante silenzioso per ogni nostra voglia culinaria. E’ anche un bellissimo regalo per un amico appassionato, vi ringrazierà per tutta la vita.

Chi vuole proseguire oltre il libro, c’è un sito dedicato, ovvero cucchiaio.it.

IL CUCCHIAIO D’ARGENTO – 2020