Recensione di Food Design – Il Cucchiaio D’Argento

Recensione di Food Design – Il Cucchiaio D’Argento

Food Design è un invito a osare in cucina. Superare il puro concetto di ‘è pronto a tavola’.

Non siamo di fronte a un libro di cucina solo per esperti. Tutt’altro, c’è possibilità per qualunque appassionato di cimentarsi con una tecnica che dà tanta soddisfazione.

In Food Design andremo a scoprire come decorare i nostri manicaretti trasformandoli in opere d’arte. Con il nostro gusto anche nella veste compositiva della ricetta finita.

“Questo volume è pensato per permettere a chiunque di servire pietanze che catturano lo sguardo e predispongono gli ospiti a degustare qualcosa di particolare, trasformando le preparazioni di tutti i giorni in piatti speciali. (Tatjana Pauli, direttore editoriale Il Cucchiaio D’Argento)”

Partiremo dalla storia dell’evoluzione culinaria passando innanzitutto dalla conservazione degli alimenti. Esempio perfetto è il Cornetto Algida e l’invenzione del composto di olio, zucchero e cioccolato per non far deteriorare la cialda.

Passeremo anche per la storia degli utensili in cucina fino alla spiegazione di quali sfruttare per cominciare a creare i nostri piatti unici.

Ogni utensile è facilmente reperibile ormai anche passando per internet, a fine articolo vi daremo qualche consiglio dedicato

Le illustrazioni e i colori delle foto rendono la lettura speciale, intuitiva e apprensiva già dalle basi di partenza come le tecniche iniziali tipo salse, da gestire con spirali o a puntini, o a mezzaluna. O ancora per dare effetto esplosione nel piatto o come uno specchio (metodo usato anche per allargare il riso nel piatto). O infine con effetti rigati e marmorizzati.

Passeremo alle bellissime gelatine che scopriremo essere più semplici di quello che sembrano. Come per le sfere, con una spiegazione impeccabile, ognuno di noi, a discapito di quello che pensava prima, imparerà a usarle. Come? Per esempio per renderle simili al caviale ma fatte di carote per accompagnare un pollo, tanto per dirne una. Vedrete la differenza e addio piatti cosiddetti ‘da mensa’.

Stringeremo quindi una solida amicizia con le nostre amatissime verdure che hanno la capacità di colorare naturalmente per rendere più vive le nostre ricette.

Food Design se vuoi lo compri QUI

Attrezzi e tecniche sono perfettamente spiegati a parole ma anche attraverso le immagini.

Utilissimo il capitolo dedicato alle essiccature.

Cestini di pasta filo, di uova al mestolo, con fruttosio, di meringa, di fili di zucchero, non avranno più segreti per contenere le nostre preparazioni a effetto.

E poi le cialde partendo da quella nota ai più, ovvero di parmigiano, per arrivare fino alla cialda di zucchero e frutta secca.

Arriveremo al capitolo con le spume e con le spugne già con una buona esperienza. Scopriremo che la spuma ad aria è perfettamente realizzabile, bastano mixer a immersione, dosatore graduato, cucchiaio, due decilitri del nostro liquido prescelto e tre grammi di lecitina di soia granulare. E via per arricchire la vista che incuriosirà il palato.

Si passerà alle forme da dare ai nostri piatti partendo dal ‘nido di spaghetti’ passando per la ‘quenelle’ fino alle varie forme con i coppapasta.

Zucchero, cioccolato, glassa comporranno la preparazione finale prima di passare alle cinquanta ricette presenti in Food Design.

“Tartellette ripiene, bavaresi di formaggio, fiori di sedano rapa con perle di albume, mezzelune e tortelli di pasta, e poi ancora quenelle, nidi di tagliatelle, terrine, riso e carne in forma, cheesecake e cubetti al cioccolato. Tutte preparazioni accomunate da un’accurata ricerca sulle forme.”

Ogni ricetta è spiegata con cura e devozione, ha una (o più) immagine del preparato finito, e nulla è lasciato al caso compresi i richiami da ripassare in caso di dimenticanze sull’assemblaggio del piatto.

Dalle ‘Tartellette con crema di fagioli e aglio orsino’ fino a ‘Frutta al Porto con la sua gelatina e gelato ai pinoli’ viaggeremo nel gusto, nei colori e nell’appetito immediato.

Conclude un utilissimo capitolo su ‘Procedimenti e strumenti’ per rendere completo l’insegnamento di questo prezioso libro di cucina.

L’elegante edizione rende Food Design anche un ottimo regalo per l’amico/a appassionato/a.

FOOD DESIGN – IL CUCCHIAIO D’ARGENTO – 2021