Recensioni di Quando Tornerò – Marco Balzano

Recensioni di Quando Tornerò – Marco Balzano

Quando Tornerò racconta la storia di Daniela, che dalla Romania, si trasferisce in Italia per fare la badante, lasciando la sua famiglia. I protagonisti sono lei e i suoi due figli Manuel, ancora adolescente e Angelica poco più che ventenne.

In  Quando Tornerò ognuno di loro racconta lo strappo della separazione e l’instaurarsi di un nuovo equilibrio, in un flusso narrativo a tre voci.

Manuel offre un punto di vista originale, inaspettato, da un lato vive con dolore l’assenza della madre e non riconosce nel sacrificio del genitore alcuna occasione di riscatto, se non lo scotto della solitudine e del sentirsi abbandonato. Dall’altro cerca di stabilire delle nuove priorità attraverso il legame con il nonno e con la propria terra.

“Se fosse stata qui magari non le avrei rivolto la parola e senz’altro avremmo anche litigato, ma averla accanto avrebbe cambiato tutto. La vita è solo questione di starsi vicini, come i conigli nell’aia quando fuori si gela”

Angelica è il personaggio che più esprime la rabbia, il conflitto con la madre che si traduce nella volontà di riuscire negli studi  e nella vita.

“Se non capisci tua madre, è perché ti ha permesso di diventare una donna diversa da lei”

E poi Daniela che vive l’allontanamento dalla sua famiglia con tante emozioni contrastanti. È una donna divisa a metà tra il suo voler essere una madre protettiva e presente e la necessità di dare delle risorse ai propri figli e di emanciparsi essa stessa.

Quando Tornerò se vuoi lo compri QUI

In Quando Tornerò stupisce la capacità dell’autore di raccontare l’arrivo in un paese sconosciuto, le prime emozioni, le difficoltà ad integrarsi e la nostalgia. Ma ancor più penetrante è la descrizione delle famiglie italiane e delle loro ipocrisie, degli anziani e dei loro bisogni.

Pagina dopo pagina le storie e il sentire dei nostri protagonisti si intrecceranno. I risvolti emotivi, le scelte e gli avvenimenti non saranno in nessun caso mai scontati. La quotidianità prenderà per ognuno di loro strade inaspettate.

Sarà un colpo della sorte, un incidente, a far sì che queste voci distanti si ritrovino insieme. Come saranno cambiate le loro vite fino a quel momento? Quanti interrogativi saranno rimasti aperti? Supereranno l’ennesima difficoltà?

Questo romanzo è  allo stesso tempo scomodo e commovente. Perché ci costringe a considerare un aspetto della nostra vita sociale: la migrazione silenziosa e dolorosa di molte donne che lasciano i propri paesi per lavorare.

Toccante e umano perché la presenza di ciascuna di loro in “un altrove” è un’ assenza dalle proprie famiglie. Dietro ogni arrivo, ogni sistemazione, vi è un essere umano con una propria storia fatta di paesi traditi dalla politica, di sentimenti, di figli lasciati, di aspirazioni, di rabbia e soprattutto di attese.

QUANDO TORNERÒ – EINAUDI – 2021

Lascia un commento