Da Zero Alla Luna è una splendida lettura per comprendere dove sta andando il nostro mondo. Spiega il tema dell’evoluzione del sistema economico mondiale. Del perché e del come siano nati bitcoin e tutte le altre criptovalute e insieme a loro la blockchain.

Affronta anche un tema a noi molto caro, già letto in Green New Deal e in Gratitudine, ovvero di come il nostro sistema economico-finanziario si regga fortemente su una terza entità, oltre a compratore e venditore, ovvero le banche.

Grazie al peer to peer, le criptovalute bypassano questo sistema escludendo di fatto una terza realtà alla quale affidare l’onere di gestire i rapporti con entrambe le parti.

Perché in fondo siamo noi che diamo la fiducia all’attuale sistema economico-finanziario. Questa nostra generosità è ricambiata con la scaltrezza di meri affari personali molto spesso distanti dalla comunità di riferimento. E sempre più vicini a essere sconsiderati.

In Da Zero Alla Luna scopriamo come sia nata la moneta, dopo la storia del baratto, che risale all’epoca romana e alla Zecca di Stato, costruita a Roma, al Campidoglio, vicino al tempio di Giunone Moneta.

Da Zero Alla Luna se vuoi lo compri QUI

Con una scorrevolezza che rende semplici anche i tanti temi trattati, andiamo avanti nel tempo, fino alla nascita del bitcoin, ad opera dell’emblematico Satoshi Nakamoto, quando il 3 gennaio del 2009 venne generato dal suo computer il primo blocco di bitcoin.

“La storia di Satoshi Nakamoto, però inizia qualche mese prima. Era l’agosto del 2008 quando venne registrato il dominio bitcoin.org; due mesi dopo, il 31 ottobre 2008, per la prima volta in assoluto comparve questo termine in una mailing list di un sito di crittografia (metzcloud.com) dove un utente che usava lo pseudonimo Satoshi Nakamoto affermava di aver inventato una moneta elettronica in grado di creare un sistema monetario privo della necessità di una terza parte fiduciaria (come sono le banche) e di aver risolto uno dei problemi più importanti nell’ambito dei pagamenti elettronici: il double spending o “doppia spesa”. A dimostrazione di ciò che asseriva, Satoshi allegava un documento intitolato Bitcoin: A peer-to-peer electronic cash system in cui descriveva tecnicamente il funzionamento della sua creatura: Bitcoin.”

Passo dopo passo procedendo in una lettura piacevole, a tratti avvincente, il lettore entrerà nelle profondità delle criptovalute. Nella spiegazione, chiara ed esaustiva, della blockchain.

“Blockchain, in italiano “catena di blocchi”, è una struttura dati (registro, database) decentralizzata, condivisa e crittograficamente immutabile.”

Una volta scoperti tutti i segreti delle criptovalute, si passerà ad analizzarne anche gli aspetti legali e fiscali con un intero capitolo dedicato che non lascia nulla all’immaginazione. Qualunque perplessità viene fugata per metterci in condizione di essere anche noi parte integrante del nuovo mondo.

Un mondo più giusto, come dice anche l’autore Gian Luca Comandini, dove “collaborazione è più forte di competizione.”

Quel tempo di guerre economiche si avvia alla conclusione. O almeno c’è una maggiore consapevolezza con la capacità di una partecipazione al Sistema Mondo molto più estesa e variegata. Se facciamo un esempio pratico, ci possiamo guardare trent’anni indietro e scoprire che internet era ancora un embrione.

Ecco, se adesso balziamo trent’anni avanti ci rendiamo conto che internet è un caposaldo della nostra vita. E che probabilmente quel ruolo spetterà in egual misura al bitcoin e alla tantissime criptovalute che nasceranno nei prossimi decenni.

Il futuro è adesso grazie anche a libri come questo.

DA ZERO ALLA LUNA – DARIO FLACCOVIO EDITORE – 2020