Recensione di La Grande Crociata – Theo Szczepanski

Recensione di La Grande Crociata – Theo Szczepanski

La Grande Crociata è il nuovo graphic novel edito dalla Neo edizioni, ed è una bomba!

Nel 1212 un ragazzino di nome Stefano, un umile pastore con la sua dolce pecorella, viene assoldato da un Dio che si presenta a lui come un iracondo tiranno avvolto dalle fiamme.

Lo spaventoso Dio, più con le cattive che con le buone, obbligherà il dodicenne a lasciare tutto per radunare un esercito di ragazzini, col fine di marciare fino alla Terra Santa, e liberare così Gerusalemme e il Santo Sepolcro.

La Grande Crociata se vuoi lo compri QUI

Chi si metterà di traverso nel loro cammino, gli infedeli e chiunque non persegua una fede cieca dovrà essere brutalmente eliminato. Con funzione di monito per i restanti in vita.

Stefano obbedisce, e inizia questo folle viaggio, La Grande Crociata.

L’esercito è formato da bambini e adolescenti rapiti con l’inganno, disperati, demoni, il giovane veggente Alard e Umfrey, il fedele mezzo monaco (proprio nel senso di busto con braccia, testa e carrellino), che accompagnerà il predestinato Stefano fino alla fine.

Il Medioevo, violento, inquietante e dalle pantagrueliche contraddizioni, è servito sul piatto d’argento attraverso le dense tavole di Theo Szczepanski, illustratore brasiliano di nascita ma residente in Sardegna.

Le sue illustrazioni, nude e crude, essenziali o ricchissime di dettagli, rendono in ogni pagina perfettamente ciò che sta accadendo.

Di terreno e ultraterreno, di ancestrale e atavico, dentro l’anima lacerata di quello che era un piccolo pastore predestinato, ora martire, orfano di padre, madre e Dio.

Sono illustrazioni che ci aiutano a mantenere la narrazione in bilico su un filo sottilissimo, tra il mondo terreno con tutte le miserie e meschinità, e la volontà di aderire a qualcosa di divino e altissimo, in nome di cui tutto è concesso.

La Grande Crociata è certamente un viaggio nella Storia, nel mondo dell’illustrazione di alto livello, in quello dell’essere umano, fatto di grettezza e cuori puri, in una costante altalena retta dal desiderio.

Poenitentiam àgite!

La Grande Crociata se vuoi lo compri QUI

LA GRANDE CROCIATA – NEO – 2022

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: