Il Genio In Cucina, è davvero un libro sorprendente.

Tutti conosciamo la figura di Leonardo da Vinci, come artista, inventore, scienziato, ma non tutti sanno quanto egli abbia contribuito all’ideazione e creazione di cose che oggi siamo soliti usare nella quotidianità.

Si può affermare tranquillamente che la sua mente era avanti di qualche secolo. Quest’anno inoltre ricorrono i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, ed è stato bello per me commemorarlo conoscendolo meglio.

Il Genio In Cucina ripercorre le tracce lasciate dal Codice Romanoff, attraverso le quali Mario Pappagallo ci svela un Leonardo inedito.

Dedito alle cerimonie, all’organizzazione di eventi in grande stile durante la Firenze rinascimentale, allo studio e alla coltivazione delle spezie ed erbe medicinali.

Lo vediamo in cucina grazie al fatto che ad un tratto tutti i cuochi di una taverna erano mirabilmente deceduti, lo troviamo vegetariano, inventore di marchingegni per schiacciare l’aglio o eliminare le rane dall’acqua, maestro di buone maniere ed igiene (cose che all’epoca non erano di uso comune neanche tra i nobili).

Il Genio In Cucina se vuoi lo compri QUI

“Comportamento sconveniente al tavolo del mio Signore:

Queste sono le abitudini sconvenienti che un ospite alla mensa del mio Signore certo non deve avere; ho stilato l’elenco osservando tutti i commensali che si sono seduti a tavola col mio Signore l’anno passato:

nessun ospite dovrebbe sedersi sul tavolo, e neppure con la schiena appoggiata al tavolo, tanto meno in braccio a qualche ospite;

nessun ospite dovrebbe mettere spiacevoli bocconi mezzo masticati nel piatto del vicino senza prima chiedergli il permesso;

nessun ospite dovrebbe sputare davanti a sé;

e nemmeno accanto a sé;

Nessun ospite dovrebbe lasciar  liberi i suoi uccelli a tavola;

e nemmeno serpenti o scarafaggi;

e se deve vomitare lasci la tavola;

parimenti se deve orinare”.

In Il genio in Cucina Leonardo ci dice, con cognizione di causa, come è meglio mangiare per star bene, cosa assumere per la digestione, suggerisce ricette salutiste e impiattamenti ultra moderni.

Scopriamo anche molto sulla sua personale alimentazione, e sullo studio approfondito fatto per le pietanze da portare sulla tavola nell’Ultima cena. Uno dei suoi meravigliosi capolavori.

Tutto frutto di un uomo geniale quanto curioso, amante della vita e delle migliorie che vi si potevano apportare.

IL GENIO IN CUCINA – GIUNTI – 2019